lunedì 22 aprile 2013

10 modi per sentirsi stupida in inglese

Da "L'approdo" di Shaun Tan

1)Quando parli a rallentatore, come un mangianastri rotto diiiistourrrrciiiieendoh le poarouleeeee

2)Quando la gente ti avvicina l'orecchio alla bocca con una smorfia perché non ha capito che cacchio hai detto, e tu sai che se glielo ripeti a voce alta il risultato non cambia.

3)Quando il tuo interlocutore ti chiede con un misto di pena e commiserazione: "Oh, where are you from?"

4)Quando alla fine di una conversazione telefonica di tre minuti chiedi "Can you repeat?"

5)Quando, dopo il "can you repeat?", ti chiedono:"Quale parte"...e vorresti rispondere: TUTTO.

6)Quando capisci la prima domanda, rispondi entusiasta, e poi cadi miseramente sulla seconda.

7)Quando fai la somma delle parole che ti pare di aver decifrato e chiedi:"Dove devo mettere il mio cane?"

8)Quando per fare lo spelling del tuo nome devi guardare mentre viene scritto.

9)Quando ti dicono "Easter Egg" e capisci "Historic"

10)Quando in bibblioteca noleggi libri illustrati per bambini dai 4 anni in su e ti chiedono se stai cercando dei libri per imparare l' inglese.




31 commenti:

  1. ihiihihi...ci vuole allenamento...pian piano il registratore funzionerà sempre meglio e riuscirai a captare un numero di parole sempre crescente. Un consiglio, mostrati sempre sicura anche se ad una persona che ti ha chiesto dove si trova la stazione tu risponderai che stai bene e te ne andrai sorridendo...ihihihihi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì ovvio che le risposte a caso non mancano! La mia preferità è "thank you!" ché è sempre cordiale, ma l'altro giorno la tizia di Subway mi ha chiesto se volevo un drink e le ho risposto "Outside..."

      Elimina
  2. 10)Quando in bibblioteca noleggi libri illustrati per bambini dai 4 anni in su e ti chiedono se stai cercando dei libri per imparare l' inglese.

    :°D
    Della serie: You FAIL!

    RispondiElimina
  3. Di dove sono non me lo chiedono mai... invece mi fanno un bel sorriso seguito da un "italiana vero?"
    ti fa sentire meglio?

    RispondiElimina
  4. Dai, all'inizio è sempre tragica ma vedrai che appena avrai esaurito il "pool di conversazioni imbarazzanti obbligatorie quando si è in terra straniera" tutto filerà liscio ^^
    Poi vedrai, ad un certo punto comincerai a capire cosa dicono, non demordere! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basta capirtsi sulle vocali... incomincerò a parlare come loro dicendo "I tAld yA"

      Elimina
  5. Come ti capisco! Secondo me è una questione di suoni e di costruzione delle frasi. In italiano siamo abituati a capire il senso del discorso dopo poche parole (per questo le persone tendono a interrompere chi parla). In una lingua straniera sei così impegnata ad ascoltare il suono di ogni singola parola che ti perdi il significato complessivo... Vedrai che a forza di pratica (e figuracce ^^) ce la farai!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, dipende molto dalla persona che parla: alcune persone le capisco perché pronunciano le frasi come me le aspetterei venissero pronunciale, altre hanno delle cadenze strane e per me sono indecifrabili.
      Però per ora non faccio molta conversazione: 4 mesi e non conosco nessuno!

      Elimina
  6. Ahahahah... io non scorderò mai che una mia amica che non sapeva nemmeno pronunciare "Hello" se ne andò in Inghilterra e non conoscendo come dire "Uova" mentre era in un negozio a cercarle, si mise le mani sotto le ascelle e iniziò a fare l'imitazione di una gallina nel cortile.. hahahaha!
    Io cmq non so niente di inglese.. non fa per me assolutamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco io piuttosto che chiedere giro tre ore fra gli scaffali... inutile dire che ho spesso gli addetti alla sicurezza che mi controllano.

      Elimina
  7. Eheheh l'ultima è un po' imbarazzante in effetti. Proprio la ciliegina xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, penso si possa "imparare" molto dai libri illustrati... purtroppo non intendevamo la stessa cosa.

      Elimina
  8. Aggiungerei un punto: "quando cerchi di dare un'informazione ad un tuista disperso e dopo sole due parole questo ti chiede" Per caso sei italiana?""
    True story

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah no, a me è capitato con un francese e ho pensato "Grazie a dio!"... come se sapessi perfettamente dare indicazioni in francese poi...

      Elimina
  9. 10)Quando in bibblioteca noleggi libri illustrati per bambini dai 4 anni in su e ti chiedono se stai cercando dei libri per imparare l' inglese.

    :°D
    Della serie: You FAIL!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora: c'è da dire che prima mi ha detto qualcosa sulla tessera bambini, e io "Eh?", poi mi ha chiesto se avevo figli, e io "Eh?..No" e poi mi ha detto "Ah, sono per te? Vuoi imparare inglese? Se vuoi te ne mostro altri" e mi ha riportato... nella zona bambini :-/

      Elimina
  10. Ahahaha!
    Aggiungerei anche la variante educata "Are you French?"... Ma secondo te non si capisce che sono italiana???
    Però consolati: con lo spelling siamo meglio noi, nemmeno loro lo fanno giusto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio cognome ha 10 lettere... con lo spelling non finisco più! Infatti l'ultima volta ho avuto un attimo di esitazione e il tizio ha pensato avessi finito: ero solo a metà! XD

      Elimina
  11. Povera!!! quella dell'uovo di pasqua è fantastica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine nella mia mente si è creata l'idea che Historic volesse in qualche modo dire "tradizione".. Per cui se vogliamo non ero troppo lontana...

      Elimina
  12. La 8 la faccio sempre anch'io, consolati. Sempre sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrei dare il nome falso inglesizzato: Perkins!

      Elimina
  13. IO faccio l'ein plein mi sa! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, non sono cose inventate, mi sono capitate tutte quante!

      Elimina
  14. Povera, sono con te! soprattutto mi succedono quando provo a parlare svedese! Il momento migliore è quando trovi una parola in svedese, non la capisci, traduci in inglese e non capisci la traduzione! Alla fine traduci dall'inglese all'italiano...-.-'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, va beh... Lo svedese lo sanno TUTTI, vergogna! XD
      Comunque uovo in svedese resta EGG ;-P

      Elimina
  15. Risposte
    1. Più lenta di così posso solo parlare al contrario ;-D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...