giovedì 15 maggio 2014

Un alfabeto di topi Morti

Ormai i giochi di parole con Morti, il topo mascotte dell'Archivio Archeologico si sprecano.
Per chi fosse perso le varie presentazioni con Morti, o cosa c'entro io con l'Archivio archeologico di Londra, può recuperare le puntate precedenti QUI.
Questa volta troviamo Morti "incastrato" fra le lettere dell'alfabeto (è bianco e stilizzato, anziché grigio, per questioni di grafica)
La sessione aveva come tema la scrittura: dalle tavolette di cera usate dagli antichi Romani, alle penne d'oca, gli inchiostri ecc...
Morti aiutava una sua amica "di penna" a scrivere un racconto avente come protagonisti alcuni oggetti "con la faccia" conservati in archivio:
-una testa di Medusa di "giaietto" (in inglese Jet stone: un particolare carbone fossilizzato, conosciuto per il colore nero lucido. In inglese è spesso usato come aggettivo "jet black", mentre in Italia non è un termine molto comune)
-una mattonella medioevale con inciso uno strano uomo dai capelli dritti e strani "occhiali" (è tutt'ora un mistero questa decorazione così astratta e bizzarra)
-un Bellarmine jar, le strane bottiglie di origine tedesca con un volto barbuto inciso sopra.
Questa sopra è l'illustrazione da colorare con tutti i personaggi della storia.
L'alfabeto dei topi Morti è nato perchè volevamo regalare ad ogni bambino l'iniziale del proprio nome alla fine della sessione. Probabilmente disegnare tutto l'alfabeto non sarebbe servito perché in media i bambini sono una decina e i loro nomi, stranamente, iniziano tutti per A, così la mia "capa", resasi conto che la mole di lavoro per 26 lettere era abbastanza grossa, mi ha persino scritto che, se volevo, potevo lasciare perdere... peccato che, in quel momento, fossi già arrivata a disegnare la lettera S. 
Ma in fondo mi è sempre piaciuto disegnare alfabeti bizzarri ed è sempre meglio avere un lavoro completo che uno lasciato a metà. No?

27 commenti:

  1. Oh io lo trovo carino questo alfabeto! Poi se i bambini hanno tutte le lettere sono anche più contenti ( anche se forse gli under 5 non si metteranno a crearci parole)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, hai detto bene: i treenni non sanno leggere per cui... se ne sono allegramente fregati della loro lettera XD... ma era giusto un pensierino da dare alla fine. Mi ringrazieranno quando diventeranno grandi... sì sì...

      Elimina
  2. Ma che carino l'alfabeto..e poi ormai eri già alla S... :) Anche io l'avrei fatto tutto, eheheh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti, mica potevo mollare alla S. E comunque le ho scritto: "Se non ce la faccio te lo dico in tempo e penso a qualcos'altro"... ma ero sicurissima di farcela XD

      Elimina
  3. Fighissimo.
    Secondo me tu lì farai carriera! Italians do it better! :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Insomma... se posso essere utile con qualcosa che non richieda l'inglese sono a posto ;-D

      Elimina
  4. I bambini (io) vanno pazzi per gli alfabeti strani, liberano moltissimo la fantasia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è che loro, piccolini, non sapevano ancora leggere, per cui è stata più una cosa simbolica che altro... però le nostre coordinatrici-archeologhe si sono stampate la propria lettera da mettere in ufficio :-)

      Elimina
  5. Bellissimo.. si potrebbe fare un font per pc.. xD

    PS: La "Q" non è bordata o sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei sapere come si caricano gli alfabeti, potrei farne alcuni scaricabili ma forse ci vuole un programma apposito.

      Nyu, mi hai scoperta, Speravo non se ne accorgesse nessuno perché ci ho messo un casino di tempo a fare questa immagine! XD in realtà nella Q originale c'è il bordo, ma ho dovuto scalare e salvare tutte le lettere dai file originali per farle stare in un'unica immagine a bassa risoluzione e, probabilmente il livello di bordo della Q era spento... ARGH!

      Elimina
  6. Io voglio Morti che si contorce intorno alle lettere R A F F Y appeso alla porta della mia cameretta *___* Dico sul serio.
    Comunque concordo: sarebbe un font fighissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hihihi..grazie! Allora devo trovare il modo di salvare i font!

      Elimina
  7. Ma che bello!!! E hai fatto benissimo, sai l'imbarazzo a lasciar deluso l'unico bambino Z?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. He he... con i nomi che hanno qui i bambini non potevo davvero escludere nessuna opzione :-D

      Elimina
  8. Morti mi diventa sempre più simpatico! Da quello che scrivi, l'esperienza all'archivio si sta rivelando entusiasmante! Vero?!sorrisi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hihihi... questo Martedì avrei voluto tirare qualche "schiaffetto correttivo" :-P Scherzo... ogni volta è diverso, ma di sicuro non mi annoio :-D

      Elimina
  9. Un alfabeto non si può lasciare fatto a metà, a lasciare un lavoro incompleto fossi in te mi sarei sentita incompleta pure io! :D
    E poi secondo me i bambini saranno contenti di avere la loro iniziale col topino Morti da portare a casa per ricordo, le lettere sono così carine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto, un alfabeto non si può lasciare a metà!... i bimbi saranno contenti quando impareranno a leggere forse, perché per ora guardavano solo il topino ;-D

      Elimina
  10. Che brava Clyo! A me piacciono tanto gli alfabeti decorati, quando avevo tempo (ora non riesco a fare più niente) mi piaceva ricamarli a punto croce.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, che bello! Non sapevo di questa tua passione :-D

      Elimina
  11. ...ma quante cose belle stai facendo!!! Sei bravissima!! Quanto mi manca lavorare con i bambini!!! :)
    E quanto mi piace sentire che stai iniziando a lavorare a maglia!! ...io sto provando ad imparare a usare i ferri circolari!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Anche io ho iniziato con quelli circolari! Più che altro perché volevo fare un cappello e perché in Italia dovrei avere quelli che usava mia madre "dritti" per cui mi sembrava uno spreco ricomprarli qui ;-)

      Elimina
  12. Che carini i topolini e l'idea di regalarli ai bambini è bellissima :D
    (Tutti con la A? Sono strani questi inglesi XD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì vanno di moda i nomi con la A, ma diciamo che, per via delle varie etnie, ci sono nomi per tutti i gusti (io cerco sempre di non essere quella che deve assegnare le etichette con i nomi, se no con lo spelling divento vecchia)

      Elimina
  13. Poi immagina la delusione di un bambino di nome Will, se tu non avessi finito il lavoro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sia mai che Will Shakespeare rimanga senza lettera! XD

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...