venerdì 11 luglio 2014

Consigli per visitare Londra - Cibo e Mercatini

Ecco l'ultimo dei tre post dedicati a chi visita Londra per la prima volta.
Gli altri post della serie li trovate qui:
Consigli per visitare Londra - I Musei
Consigli per visitare Londra - Luoghi famosi e Parchi.

Hamburger "armato" e patatine
Fra le cose da calcolare quando si organizza un viaggio c'è il costo dei pasti. L'Inghilterra ha da sempre la fama di posto dove si mangia male. In questi ultimi anni fortunatamente questo mito è stato in parte sfatato per la sempre maggiore scelta di cibi e piatti provenienti da ogni parte del mondo. Resta forse la tendenza a pensare che comunque sia tutto carissimo. In verità alcuni ristoranti o locali possono essere buoni e allo stesso tempo abbastanza cari, ma ci sono anche posti in cui si può mangiare a prezzi contenuti.

Sinceramente, se pur non sia stra-economico, almeno una volta andrebbe provato il cibo da pub: Fish&Chips, Hamburger, o Pie =Tortino di verdura, carne o pesce (tutto attorno ai £9-10). Più ovviamente Birra (circa £3 a Pinta). Una cosa furba potrebbe essere quella di prendere un piatto da condividere: ci sono teglie per due persone e costano circa £12 , oppure i "cestini" di pesce fritto, che se divisi vengono a costare meno che un piatto singolo.
Altri posti dove trovare buon cibo a prezzo più economico sono i mercatini dove i piatti d'asporto si aggirano attorno ai £5-6.
Formaggi francesi (sopra) e cannoli (sotto)
 Il Borough market è uno dei mercati più antichi di Londra per il cibo: ci sono bancarelle di hot dog con salsiccia tradizionale inglese, ma anche paella, formaggi e dolci francesi e italiani, frullati di frutta (smoothie) e cup cake. Dopo aver mangiato potreste fare una passeggiata nella zona che una volta era percorsa canali d'acqua collegati al Tamigi su cui veniva trasportata la merce, e arrivare fino al Globe Theatre.

Altro mercato con del buon cibo è quello all'interno del Oldtruman Brewery, a Brick Lane, qui la particolarità è che c'è ogni sorta di cibo etnico: dalla cucina Etiope a quella Giapponese, Koreana ecc.

Il mercato di Brick Lane (pieno di negozi vintage) si trova proprio al centro di altri due mercati: il Columbia Road Market di Domenica specializzato in fiori (ne ho parlato QUI) e l'Old Spitafield Market, che cambia ogni giorno della settimana trasformandosi in mercato dell'antiquariato, di design o di vestiti.
Se avete intenzione di acquistare qualche capo generico come souvenir, scegliete un giorno settimanale perché ovviamente nel week-end i prezzi delle stessi prodotti lievitano. Cercate anche di fare un giro per tutte le bancarelle prima di acquistare, potreste trovare lo stesso prodotto a prezzo più basso.
Falafel (sopra) e cibo Etiope (sotto)
Anche qui si possono trovare diversi locali con cibo da asporto internazionale e c'è una zona con panche e tavoli dove consumare il pranzo.
A proposito di cibo etnico, a China Town, nel quartiere di Soho potrete trovare ristoranti cinesi a buffet "All you can eat": vuol dire che per un prezzo fisso puoi riempirti il piatto di ciò che vuoi, per quante volte vuoi. I prezzi variano molto in base allo stile del locale, ma si parte dai £6. In genere non accettano la carta di credito, per cui vi conviene aver sempre dietro un po' di contanti, stessa cosa vale per i mercatini, anche se alcuni banchi sono più attrezzati e hanno il bancomat.

Personalmente io preferisco lo Spitafield Market al tanto acclamato Portobello Road Market: la merce vintage per cui era famoso in origine, non c'è quasi più, a parte le botteghe degli antiquari, resta tanta folla e bancarelle di souvenir. Però la zona di Notting Hill è carina, per cui più che il mercato è piacevole girare tra le viuzze con le case color pastello.
Statuine vintage
Altro posto affollatissimo, ma con un po' più di folklore è Covent Garden, dove si esibiscono giocolieri e artisti di strada, anche i negozi sono molto belli e curati, ma i prezzi non sono per nulla economici.
Se amate i mercatini d'artigianato potreste pensare di visitare il Greenwich Market, della zona ho già parlato nel post precedente sui parchi, c'è anche un piccolo mercato delle pulci, solo di Domenica.
Altro mercato carinissimo dell'antiquariato è quello che si svolge il Mercoledì e nel week-end al Camden Passage, una stradina pedonale vicino alla stazione di Angel in zona Islington che, attenzione (!!!): non ha nulla a che fare con  Camden Town.
 Il Camden Town è una zona con bancarelle all'aperto e al coperto di cibo e ogni sorta di bizzaria: dagli anfibi con borchie e zeppe improponibili, ai vestiti per figli dei fiori o steam punk. Che sia da vedere per la particolarità non lo metto in dubbio, ma personalmente non mi piace: mi sembra proprio la fiera del cattivo gusto e degli stereotipi, fatta apposta per stupire. 
Negozi a Camden Town
Come accennavo nel post precedente, una valida ed economica alternativa per il pasto è organizzare un pic nic in uno degli innumerevoli parchi sparsi per la città. In questo caso potreste comprare dell'ottimo cibo nelle catene come Pret-a-Manger, EAT ecc.. (senz'altro più sani di qualsiasi Mc Donald's). Sappiate che il cibo consumato nel locale costa di più che prenderlo e mangiarlo altrove, per cui anche su questo si può risparmiare un po' (ovvio che se fa freddo o piove vi conviene mangiare dentro!)
Alcuni supermercati, come il Tesco o le Cooperative offrono un "pacchetto pranzo da £3" (Meal deal) che comprende dei sandwich  (wrap/insalata/piattofreddo) + uno snack (patatine/cioccolato/frutta) + bibita (acqua/succo/bibita). Alla sera il cibo invenduto durante la giornata può essere  scontato: se nel posto in cui alloggiate avete un piccolo frigo o minibar, potreste anche pensare di prendere la roba scontata e portarvela appresso per il giorno dopo.
Attenzione: non vi sto dicendo di convertire la vostra dieta a sandwich e panini per l'eternità: non sarebbe salutare, né troppo esaltante, ma per un paio di giorni, se il portafoglio piange, si può sopravvivere benissimo, inoltre i gusti sono davvero vari per provare ogni giorno qualcosa di nuovo.
Se siete vegetariani: in quasi tutti i ristoranti è segnalato almeno un piatto vegetariano sul menù, ma se vi va di provare qualcosa di delizioso (coltivato in loco) in un ambiente molto carino, provate la caffetteria del Garden Museum: il museo  è a pagamento (e relativamente piccolo, per questo non l'ho messo tra i musei), ma l'accesso alla hall (una ex-chiesa),al  locale e al giardino  sul retro sono gratuiti. Io ci sono stata due mesi fa quando c'era ancora QUESTA  installazione di Rebecca Louise Law: uno spettacolo!
Garden Museum -Rebecca Louise Law
Ultimo suggerimento: mi permetto di sponsorizzare un negozio italianissimo nel centro di Soho, non tanto per i nazionalisti che se non mangiano cibo made in Italy a colazione, pranzo e cena non riescono a sopravvivere, ma perché anche questo può essere un modo furbo per non spendere troppo e mangiare bene: provate una delle focacce farcite da iCamisa & Son: ve la potete far preparare sul momento mettendoci dentro tutto ciò che volete (mozzarella, prosciutto di Parma salame, olio, pomodoro, origano) pagandola a peso, il ché è più conveniente che non pagare i singoli ingredienti!

Spero di esservi stata utile, sicuramente ci sono altri mille posti e modi in cui si può mangiare con cifre ragionevoli, non potevo davvero elencarli tutti, ma se avete altri suggerimenti, scriveteli nei commenti qui sotto in modo che siano utili a chi passa di qua. 

28 commenti:

  1. Ok. Mi è venuta fame adesso. E sono a dieta. Ucciderei per un po' di Fish & Chips... Ma mi accontenterei anche di un panino da Pret-a-Manger :(
    Quanto ai mercati, il ricordo più nitido e positivo che ho è quello di Coven Garden. Mi piace molto come luogo in sé, e poi comprai dei bellissimi quanto inutili bottoni a forma di coniglio, ape e innaffiatoio. Ah, e c'era un tizio che preparava un'enorme paella... *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, il Fish&chips, ogni tanto, non è così pesante... ;-)
      Sì, le padellone enormi con paella e altro ci sono in tutti i mercati (quello con la paella per lo meno è un must) :-D
      Ho aggiunto la caffetteria del Garden Museum dopo che hai commentato, se non l'hai vista: è un altro posto magnifico (sto andando lì per pranzo!)

      Elimina
  2. Beh, mi hai fatto venire fame. Mangerei tutte queste cose etniche, tutte assieme! **
    La cattedrale Garden mi mette angoscia XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ora ho fame... vado a mangiare proprio nella chiesa-museo!

      Elimina
  3. La guida mangereccia ovviamente è la mia preferita :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me anche i mercatini (dove vendono cibo!)

      Elimina
  4. Diciamo che la cucina inglese buona si ferma praticamente agli hamburger (ma sono loro?) e al fish and chips. Per tutto il resto c'è il ristorante etico di turno (come anche in Olanda, che l'olandese proprio non si fa mangiare XD) ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, dai! dici così perché hai avuto brutte esperienze casalinghe, ma le Pie con carne e verdura (nei pub) te le consiglio, e anche le torte al cioccolato e di frutta al forno con sopra granella di biscotto. Ovvio non fa bene mangiare sempre così, ma non puoi dire che queste cose non siano buone ;-D

      Elimina
  5. "cibo e mercatini".. hai messo insieme le cose che amo! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non le ho messe insieme a caso infatti! ;-)

      Elimina
  6. A me Camden Town ispira molto! ^_^ ho dei gusti un po' così...
    I mercati li adoro, mi piace anche mangiare mentre cammino tra le bancarelle. Gli hamburger salvano sempre la vita (basta non abusarne) ma benvengano le focacce farcite! Io faccio sempre attenzione al portafoglio specialmente per il cibo quando viaggio, dato che è facilissimo ritrovarsi con un conto da pagare che ci stronca le finanze, e questa guida è proprio utile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Camden:Più o meno credo sia quello che si vede nei quartieri alla moda di Tokio, però è appunto qulcosa che già ti aspetti, la replica di qualcosa nato altrove e messo in vendita anche a Londra. Comunque lo dovresti vedere almeno una volta.
      Ai mercatini etnici, sembra poco un piatto unico, ma ho provato a prendere altro dopo e ...stavo scoppiando XD

      Elimina
  7. Mi sta venendo fame :O Non ho mai assaggiato il "Fish&Chips" ma credo che sia una di quelle cose che mi piacerebbero un mondo... a Portobello Road avrei paura ad andare perchè poi mi aspetto che esca da un angolo Angela Lansbury con un letto volante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Fish&Chips se fatto bene (non lasciato a raffreddare nell'olio, è leggero come fritto. A te potrebbe anche piacere la colazione inglese.. quella per me di mattina è un po' pesante (rischi davvero di vedere la Lansbury su un letto volante) però in tarda mattinata, quando si è già più svegli, è OK.

      Elimina
  8. Questa tua lista mi piace molto! Come ti ho già detto, Pret-a-Manger è stato il posto più usato nella mia vacanza, ma c'erano 30 gradi e mangiare nei giardini era troppo bello...
    Poi vabbeh..ero cccciovane, e mi sono fatta solo i mercati da turisti tipo Portobello e Camden Town (che mi era piaciuto un sacco! Specialmente mi aveva colpito il Cyber Dog-assurdo!). Se vado a Londra, di sicuro vado nei posti che suggerisci tu! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah... ma poi da questa lista io sembro invece la vecchietta che va per mercatini delle pulci e odia i Punk XD... giuro che non sono proprio così. Sono una Punk che va per mercati delle pulci e odia TUTTI. ;-P

      Elimina
  9. Ma che meraviglia l'installazione del Garden Museum! Mi segno i mercatini, che Mr. K è un fanatico. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, era bellissima! Ora l'hanno tolta, ma forse la rifaranno. A mr. K consiglio i car boot sale,con la "vera" cianfrusaglia, non questi mercatini da turisti ;-D

      Elimina
  10. Perfetta Clyo la tua lista, davvero.
    Se posso suggerire qualcosa da non fare: non andate a farsi rapinare da Rosso Pomodoro a Londra, nella zona di Covent Garden.
    Saranno anche buone le pizze ma i prezzi sono raddoppiati.
    Per cui, fatene a meno. Per qualche giorno che sarà mai.
    PS: io adoro Pret- a- manger. Ci sono stata anche a NYC e non mi delude mai.
    E anche da Mark & Spencer si possono trovare soluzioni interessanti e non troppo care. Noi quando siamo a Londra e la giornata è bella, passiamo in quello in Piccadilly Street e poi ci sdraiamo sull'erba del St James Park per un picnic.
    CIAO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa Che non conosco Mark and Spencer... Lo proverò ! Grazie mille!

      Elimina
  11. Consulterò questi tuoi post, e soprattutto quest'ultimo, come sacre scritture. Al mercatino di camden town ho comprato delle calamite bellissime e avrei acquistato un bellissimo pianoforte pur non sapendolo suonare! Ti dirò, la carne dei pub a me piaceva...mentre le pie le ho trovate negative. Voglia pazze di venirti a trovare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse hai provato quelle torte con la carne e la gelatina? XP quelle non ho mai avuto il coraggio di assaggiarle. A me piacciono quelle con verdura e carne tritata coperte da uno strato di purea che nel forno diventa croccante.... Poi i gusti sono gusti! Ora io vorrei venire a trovare te al mare XD

      Elimina
  12. la Jn sarà in visita a Londra a settembre...
    gli darò da leggere questo post

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Infatti l'ho scritto perché è periodo di visite estive :-)

      Elimina
  13. ...molto interessante!! Devo segnarmi tutto, così alla prossima gita a Londra avrò posti da scoprire!!
    ..io di solito evito i ristoranti italiani, e al supermercato muoio sempre dalla voglia di provare tutto quello che non ho mai mangiato!! 😁
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A noi ogni tanto manca il cibo italiano, ma è anche normale dato che viviamo all'estero, però solitamente ci piace molto provare nuove cose ( purché non troppo piccanti) e non credo di essere mai andata in un ristorante italiano a Londra, piuttosto mi faccio una pastasciutta a casa XD

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...