lunedì 6 ottobre 2014

Animaletti in feltro

Un mese fa mi proponevo di vedere Settembre come un nuovo inizio, troppo spesso mi sento immobile e resto a rimuginare sui miei pensieri senza fare concretamente nulla. Purtroppo non c'è niente di peggio che non avere obiettivi e continuare a pensare cosa poter fare per averne.
Io non so se sia una cosa positiva o no, ma ho deciso di smettere di pensare, per un po' almeno, e focalizzarmi sulle cose che, nel bene e nel male, non posso smettere di fare, perché forse sono proprio quelle cose che definiscono chi sono e possono aiutarmi, se non a trovare risposte, a stare meglio.
Ho iniziato a ricamare una borsa, come primo esperimento di cucito, perché ciò a cui non posso rinunciare è provare tecniche nuove. Poi ho pensato che sarebbe stato bello creare altre cose con ago, filo e feltro, anche se nessuno mi ha mai insegnato seriamente a cucire.
L'intenzione era di iniziare con cose facili, ma io non sono capace di semplificarmi la vita, e ho fatto di testa mia, sperimentando ogni giorno qualcosa di diverso.
Non mi sono fatta condizionare troppo dall'ottenere un risultato: devo ancora imparare tanto prima di fare cose serie.
Chi segue la mia pagina di Facebook o il mio profilo Instagram (ora ho messo anche il banner qui a lato) ha potuto vedere giorno per giorno questi esperimenti.

Lo scopo per ora non è quello di riaprire il negozio su Etsy e di iniziare a vendere questi animaletti, anche se mi fa piacere che alcuni l'abbiano pensato, ma è semplicemente quello di fare una cosa che mi piace: creare.
Passo molti dei miei pomeriggi liberi concentrandomi su come assemblare queste strane creature e come cucire il feltro in modo che segua (più o meno) l'idea che ho in mente. Ho anche acquisito nuove capacità, con la pratica sono di sicuro migliorata rispetto all'inizio (ora i miei punti sono più regolari e anche resistenti). Ma soprattutto a fine giornata ho la soddisfazione di aver fatto qualcosa di concreto per arginare i brutti pensieri e far passare le ore del giorno in cui altrimenti sarei stata immobile.
I momenti brutti ci sono ancora, ma ho meno tempo per pensarci. E intanto la famigliola di Bestioline strane continua a crescere, ognuna con la sua storia e il suo carattere, che mi racconto mentre le cucio.
Il mio nipotino di 3 anni le ha viste via Skype e ne è rimasto entusiasta. Non potevo credere a quanto fosse felice nel vederli e questo di conseguenza ha reso felice anche me. Mi ha chiesto i nomi di ogni bestiolina... ma io i nomi ancora non li so! Così ho snocciolato in estemporanea qualche nome banale, sperando che non se li ricordi (cosa alquanto improbabile, visto che si ricorda i nomi di tutti i personaggi che vede).
Magari nei prossimi post vi racconto qualcosa di più su ognuno di loro e voi mi aiutate a trovargli un nome.
Per ora chiamiamoli "Feltrini".

38 commenti:

  1. Io ho seguito i tuoi lavoretti su Instagram (apprezzandoli pure), e li ho apprezzati. Mi spiace siano un po' il frutto, lo sfogo di brutti pensieri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, è qualcosa per non pensarci! Infatti quando lavoro con loro non ci penso :-)

      Elimina
  2. Sono bellissimi, e se sono nati per sfogo hanno saputo adempiere al loro lavoro!! Belli, colorati, mi hanno ricordato un po' i Popples (sicuramente li ricorderai).
    Io li chiamerei Feltrix - animaletti dai colori mix (in puro stile anni '80)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I colori sono molto pop, non li avrei scelti così, ma ho preso un pacchetto standard di feltro e questi c'erano. Per adesso va bene così, magari in seguito cercherò dei colori più soft. Viva i popples sempre e comunque!

      Elimina
    2. A me piacciono coi colori così!! *___*
      Vabbé, poi farai i Feltrix Pastel, la linea coi colori soft XD

      Moz-

      Elimina
    3. Tra l'altro questi colori fluo sballano tutti i toni nelle fotografie! xD

      Elimina
  3. Sono troppo carini. Mi dispiace sapere che è un periodo un po' negativo, ma è bello che tu riesca a combatterlo con la creatività.
    A forza di provare riuscirai a cucire sempre meglio. Io trovo che sia un lavoro rilassante anche se è impegnativo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, il periodo negativo dura da quasi due anni, ma per fortuna fare queste cose alleggerisce i miei pomeriggi, per cui spero di saper continuare e fare sempre meglio.

      Elimina
  4. Per essere nati dall'esternazione di brutti pensieri sono davvero colorati e simpatici. Io credo che avrei fatto qualcosa in tinta di grigio-topo-investito- sull'asfalto, marrone-scolo-fognario o nero XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad averle tutte quelle sfumature! No, il pacchetto di feltro che ho comprato aveva tinte più che brillanti ( infatti a volte è difficile abbinarle), ma suppongo che mi abbia aiutato ad eliminare anche il problema di scegliere i colori che avrei voluto io.

      Elimina
    2. Ahahahah.. in pratica Acalia avrebbe cucito hamburger di Biker Mice! xD

      Elimina
    3. Infatti i colori sono quelli... Bisognerebbe controllare che non maltrattato troppo quei poveri topi per farsi venire ispirazioni del genere;-)

      Elimina
  5. I lavoretti manuali sono la miglior valvola di sfogo per le incertezze della testa, stai seguendo la strada giusta (e gli animaletti sono davvero simpatici).
    Io riesco a "staccare" il cervello solo impegnandolo in altre attività ugualmente cerebrali, tipo scrivere i miei racconti, ma così va a finire che la testa mi va in overload e ho un costante stato di stanchezza mentale, come oggi.
    Non so cosa pagherei per riuscire a disimpegnare la testa impegnando le mani come fai tu ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari prova con qualcosa che ti piace. In realtà progettare questi "così" è abbastanza complicato ( per me) da impegnarmi completamente la mente. :-)

      Elimina
  6. A vederti da qua non si direbbe proprio che ti avanzi tempo per abbrutirti fra tutte le tue attività sai? Comunque la tua terapia contro i brutti pensieri produce dei risultati davvero carini!
    Attenta perché se le tue creaturine si coalizzano e si mettono a farti il solletico tutte insieme non ti salva nemmeno mr.Fedo :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sembra ma passo un sacco di tempo da sola senza saper bene cosa fare. Gli animaletti in effetti mi tengono compagnia, ne potessi avere uno vero sarebbe ancora meglio!

      Elimina
  7. Ho seguito la creazione dei tuoi Feltrini e mi piacciono molto. Capisco e condivido il tuo stato d'animo..ma forse è una cosa comune alle persone creative?! Quando ho i momenti bui, in cui non riesco più a creare e penso penso penso a cosa posso fare, ho notato anche io che a volte bisogna solo lasciar perdere, mollare il colpo, lasciare fluire le cose e tutto prende forma. Nel tuo caso come animaletti...e fai benissimo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì infatti, bisogna iniziare a fare senza pensare. Il mio problema è che se poi non sono soddisfatta del risultato me la prendo ancora di più... Per fortuna con questi ho poche aspettative. :-)

      Elimina
  8. Lavorare con le mani secondo me è sempre un ottimo modo per distrarsi dai pensieri negativi ;)
    Ogni tanto mi capita di sentire un peso sul cuore, come un agglomerato d'ansia, e mi sembra quasi di avere una voliera al posto della gabbia toracica, con tanti uccelli impazziti che si divincolano tra le costole... Così da un po' mi sto documentando sulle varie specie di uccelli, per "identificare" quelli che mi svolazzano dentro, nella speranza di capire un po' meglio me stesso e le parti di me in conflitto. Ieri ho scoperto il carao, un grosso pennuto cornuto che vive in India e che frequenta sempre gli stessi alberi, vola poco e fa sempre gli stessi tragitti: è diventato l'immagine del mio lato più abitudinario. Lo so che è da psicopatici, però credo sia un modo come un altro per esorcizzare certe inquietudini :P
    Sono certo che la tua creatività sia una meravigliosa valvola di sfogo e NON VEDO L'ORA di aiutarti a battezzare le tue adorabili bestiole *_* Ormai lo sai che adoro inventare nomi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è da psicopatici, è semplicemente bellissimo! Come si chiama invece quell'uccellino che ti svolazza in testa e ti fa scrivere queste cose deliziose? ;-)

      Elimina
    2. Ahahah grazie! Non saprei, forse mi sto concentrando troppo sugli "uccellacci del malaugurio" :D
      Ci sarà anche qualche passerotto da principessa Disney da qualche parte :D
      Comunque ho già pensato a due nomi per il mio feltrino preferito, quello che assomiglia a un cuore umano *-*

      Elimina
    3. Benissimo! Appena riesco a fare delle foto decenti di ognuno vi racconto anche il loro carattere, così mi dici se corrisponde a ciò che ti eri immaginato!

      Elimina
  9. Il problema della ricerca di obiettivi lo conosco bene. Però guarda, il tuo post casca a fagiolo con il mio che parla della marcia in più di chi sa usare bene le proprie mani :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia! Come sai quel tema mi sta molto a cuore, mentre le attività manuali sono ormai la mia sfida giornaliera, neppure me ne rendo conto ma scelgo sempre di cimentarmi in qualcosa di nuovo per provare a me stessa che ce la posso fare.

      Elimina
  10. Ti capisco tantissimo! Mi piace anche la tua soluzione. Anche per me è un grosso aiuto realizzare qualcosa, purtroppo ho la vita piena di impegni E di pensieri negativi e ho poco tempo, ma sto cercando di ritagliare il mio spazietto creativo settimanale.
    Mi ero già innamorata dei feltrini su instagram, sono proprio simpaticissimi! Ogni cosa che tocchi diventa magica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho il problema opposto: troppo tempo libero in cui dovrei impegnarmi di più, ma per ora fare queste cose mi fa stare bene (meglio di quando non li faccio). Spero di saper continuare e allo stesso tempo ritrovare la strada giusta.

      Elimina
  11. Mi associo alla richiesta di tuo nipote per nomi e ovviamente anche storia.. potrebbe nascere un bel progetto! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I nomi dovete darmeli voi! Io vi racconterò le caratteristiche di ognuno.

      Elimina
  12. Ma sono troppo carini!!! Il riccio è super cool...perché sei triste? A me piacerebbe avere più tempo da dedicare a me e alle mie passioni ma per ora posso solo correre...sperando di non perdere nessun treno o di non scordare nulla. Raccontaci qualcosa di più sulle simpatiche bestiline! Sorriso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, grazie mille! Presto ve ne parlerò! Se stai correndo vuol dire che hai una direzione o cerci di trovare una tua strada, il tempo per tutto il resto, se è importante, lo si trova lo stesso ;-)

      Elimina
  13. Colori e forme mi piacciono un sacco, ci farei una stanza piena ma poi la PcFclP mi picchia perchè è allergica alla polvere e a tenere in giro per casa troppe cose di questo tipo poi si riempiono troppo di allergeni :\
    Io di obiettivi ne ho troppi e purtroppo nessuno di questi è attuabile se voglio sopravvivere in questo mondo, chi per una cosa e chi per l'altra, è sempre un po' difficile capire cosa fare di tutte queste giornate che si separano dal traguardo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per ora i miei occupano una mensola della libreria.
      A meno che i tuoi obiettivi non siano fuori legge, perché non puoi almeno sperare di realizzarli? Troppe giornate prima del "traguardo", sempre troppe!

      Elimina
    2. perchè con il poco tempo a disposizione non è possibile farle tutte bene, dovrei non avere bisogno di lavorare e poter dedicare tutte le mie giornate ai miei progetti come meglio mi pare a seconda dell'umore e della stagione :\ Al momento riesco solo a farne 1/100 e neanche troppo bene..

      Elimina
    3. L'umore rallenta gli intenti a volte..

      Elimina
  14. perchè "la vita puzza"? Di che?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo trovi scritto qui: http://clyoparecchini.blogspot.co.uk/p/about-me.html
      Ciao! :-)

      Elimina
  15. Bravissima, la cosa importante in questi momenti e` non restare fermi con le mani in mano a pensare a quello che non va, ma distrarsi, fare cose che ti fanno stare bene, arrivare alla fine della giornata soddisfatti di se', comunque.
    Capisco le difficolta` e lo stato d'animo di quando non si sa bene cosa si vuole fare in futuro, o come farlo, ma secondo me tu hai questo talento per creare le cose e non mi sembra affatto irreale che possa in qualche modo diventare la tua strada.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì esatto. A volte purtroppo mi lascio prendere dallo sconforto e non faccio nulla. Per lo meno ora ho un po' di animaletti! Devo ancora presentarveli ma sto aspettando un giorno luminoso per fare nuove foto.. E intanto devo finirne un altro.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...