lunedì 2 aprile 2012

Fedi, anelli e fobie

Ci siamo recati da un gioielliere per la scelta delle fedi ormai un mese fa, ma non siamo ancora riusciti a trovare il tempo per andarle a ritirare, magari questa settimana è la volta buona.
La scelta delle fedi può essere considerata tutto sommato convenzionale, dato che, escluse rari eccezioni, le fedi o vere si assomigliano un po' tutte: dorate (oro giallo, oro bianco, oro rosa)
 tonde, lisce, eccezione fatta per alcune fedi della tradizione di alcune regioni che hanno decorazioni un po' particolari, (vedi la fede "sarda" con decorazioni tipo ricamo o la fede "turca" con una forma intrecciata), tutte comunque, udite udite, a forma d'anello... tutto nella norma insomma.

Se non che la sottoscritta non porta anelli e ne ha un po' la fobia.
Non si tratta di una fobia psicologica del tipo "voglio la mia libertà" "Mi sento incatenata" o peggio... la vera fobia è nata per un evento capitato durante la mia infanzia.
Chi si ricorda gli anelli di plastica trasparente che si trovavano nelle patatine degli anni '90 (forse si trovano ancora... non saprei)? A me piacevano tantissimo: ci guardavo attraverso e vedevo tutto al contrario, oltre al fatto che ero attratta da tutte le cose pacchiane coloratissime e luccicose...
 Però, questi anelli, erano piccolissimi, a misura di bambino, ma evidentemente non rientravo nella media delle misure per bambini e l'unico dito in cui riuscii ad infilarne uno fu il mignolo. E fu proprio lì che incominciò il mio dramma, o meglio iniziò nel momento in cui tentai di sfilarmelo e non ci riuscii. Provai a metterci prima del borotalco, poi provai con il sapone, poi torcendo, tirando, stortando... quando mi arresi chiedendo aiuto ai miei genitori, il mio povero mignolo era già gonfio e violaceo. Dopo alcuni tentativi atrocemente inefficaci effettuati dai miei, mia madre pensò bene di tranquillizzarmi dicendo "guarda che se non riesci a toglierlo bisogna tagliarti il dito" e se lo diceva lei che era infermiera... inutile dire che mi misi a piangere come una fontana e, non ricordo bene come, forse bagnato dalle lacrime alla fine l'anello uscì. Ma la fobia mi è rimasta e da allora ho bandito qualsiasi forma d'anello.
In più se vogliamo dirla tutta è un oggetto completamente estraneo alla mia personalità e alla mia vita quotidiana, ho paura di rovinarlo e/o perderlo in qualsiasi momento: e se lo macchiassi con i colori? se lo rigassi mentre faccio qualche lavoro col legno? se lo perdessi mentre curo le mie piantine nella terra? e se lo perdessi in mare???

Comunque mi rendo conto di avere qualche problema più che "unconventional" irrational... perciò, se portassi degli anelli, mi piacerebbero questi:

A forma di foglia di Ginko Biloba - è una pianta preistorica . Le si attribuiscono proprietà curative per alleviare i disturbi della memoria...insomma una pianta dal significato eterno, meglio che un diamante.
Bear ring: è semplicemente simpaticissimo! Non è proprio la scelta per una fede nunziale, ma io un po' orsa lo sono...
Heart rose gold ring: lineare, minimale e romantico. Non mi scosto comunque dall'idea che più semplice è, meglio è... dato che dopo un po' ci si stufa delle cose troppo elaborate.

14 commenti:

  1. oddio ma sai che ho la stessa fobia, ma con i gioielli in generale, anche i bracciali... se mi sembrano poco stabili evito di metterli per paura di perderli... si possono ricomprare ma mi spiace lo stesso... oltre al senso di claustrofobia quando non riesci a toglierli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è più la paura che si blocchi e non esca più, però fa anche dispiacere perdere o rovinare qualcosa a cui si tiene.

      Elimina
  2. Mi associo a quelli che hanno un problema esistenziale con gli anelli. Proprio non ce la faccio, dopo dieci secondi che ce ne ho uno addosso comincia a darmi orrendamente fastidio e mi sale spontaneo l'impulso di prenderlo e buttarlo via. XD
    Credo che, quando sarà il momento, farò come mio padre che ha optato per la fede più piccola in commercio ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quanto piccola bisogna farci l'abitudine... però non pensavo fosse un problema così diffuso!
      A parte che i miei non l'hanno mai indossata, al massimo mio padre la teneva legata al collo con una catenina, ma poi ha tolto pure quella.

      Elimina
  3. Anche io faccio fatica a portare gli anelli e anche a me piacciono quelli particolari, i tre che hai postato tu mi hanno fatto venire gli occhi a cuoricino! Non sei affatto anormale (o forse lo siamo tutte...), vedrai che con la fede ci farai l'abitudine e dopo un po' non ti accorgerai nemmeno di averla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...non riesco ancora ad immaginarmi con l'anello... mi farà la "mano da signora"

      Elimina
  4. A me piacciono molto invece, anche se li predilido semplici.
    Comunque ogni giorno lo metto e se me ne dimentico ho sempre la sensazione che manchi.
    Mi piace molto il modello Ginko Biloba *_*, è proprio nel mio stile.
    Anche il Bear ring è pucciosissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piacciono quelli semplici, se poi uno ci fa l'abitudine è un po' come il trucco, non riesci più a vederti senza. Io però neppure il trucco...

      Elimina
  5. Io adoro i gioielli ma non li porto. Però la fedina che mi ha regalato il mio amore non la tolgo mai, e ormai sono talmente tanti anni che ce l'ho che fa praticamente parte di me come il piercing all'ombelico o i tatuaggi. Comunque l'anello a forma di orso è delizioso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che tenera! Io avrei una fedina da mettere prima del matrimonio, ma non si sa dove sia e finché i "suoceri" non tornano in questo continente non sapremo dov'è... eh eh eh!

      Elimina
  6. Ma che carino il bear ring!!!! *___*
    E comunque anche io adoravo quegli anelli coloratissimi XD

    La fede che abbiamo scelto noi è un po' diversa dal solito. L'abbiamo "disegnata" noi e il gioielliere ha eseguito gli ordini :D Anche la frase scritta all'interno non è la classica "Nome + data del matrimonio".
    Ci piaceva così :)

    Portare anelli mi mette un po' d'ansia perchè ho sempre paura di perderli. Hai presente quando ti lavi le mani e li devi togliere? Ecco, ho perennemente il timore di lasciarli in qualche bagno :-/ Io poi, sbadata come sono....

    RispondiElimina
  7. Che bella la fede personalizzata e disegnata da voi! La nostra è classicissima e c'è scritto solo il nome senza data.
    Curiosità: mi hanno detto che quelle incise a mano durano di più perché le incisioni sono più profonde.

    Io sinceramente non la toglierei per lavarmi le mani... dici che si sciupa? :(

    RispondiElimina
  8. Bellissimi gli anelli a ginko e ad orso!!! Il ginko è bello per i motivi che hai detto tu, però le foglie del maschio o della femmina (non mi ricordo) quando cadono puzzano XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah sì? Non lo sapevo! ho raccolto delle foglie ma non mi sembrava puzzassero, magari ho preso il genere inodore.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...