venerdì 27 aprile 2012

Partecipazioni - tutorial

Nello scorso post ho accennato a come ho voluto risolvere a modo mio la questione di bomboniere e partecipazioni, spendendo poco e utilizzando un materiale facilmente riciclabile, ovvero: la carta.
Per iniziare a progettare tutto, ho definito un "tema cromatico" che potesse andare bene sia per le bomboniere, sia per le partecipazioni. Questo essenzialmente vuol dire: cercare dei colori che stiano bene, e trovare dei materiali con quei colori che possano comporre il nostro progetto. E' inutile progettare un biglietto con una tonalità che non si trova in commercio o ha delle varianti che stonano tra loro nei materiali che avete deciso di utilizzare.
Tornando al tema conduttore che ho scelto (insieme a Mr Fedo, of course!) mi sono basata un po' sul mio vestito, un po' su dei fiori di una pianta che mi piace molto e che mi illumina ogni primavera con la sua fioritura: La Magnolia.
Dunque i colori che ho scelto sono: il rosa che sfuma fino al quasi bianco e crea un contrasto tonale col rosso intenso bordeaux . (Nota: la magnolia sfuma al fuxia, ma ho voluto mantenere un tono più classico e far piacere Mr. Fedo che tifa granata).
Un consiglio è quello di non scegliere troppi colori, per evitare un effetto psichedelico un po' volgare.
Dopo di che ho esplorato un po' la rete per trovare qualche spunto, e ho trovato questo BLOG carino che raccoglie tante idee dal mondo su biglietti, partecipazioni ecc... e in particolare mi ha colpito questo PROGETTO per l'assoluta semplicità in cui si integra busta e biglietto in un solo pezzo.
Dunque sono andata ad ideare il Nostro Biglietto personale.
Ho ricavato la forma base dall'immagine dell'altro progetto per non sbagliare le proporzioni (ok, non ditemi che sembra un assorbente con le ali, please)
 Poi ho pensato dove e come collocare le scritte inserendole in delle "etichette" che successivamente sono state stampate al computer (in bordeaux).
Qui vedete il foglio con le etichette, per ogni foglio ho stampato 2 serie di etichette (quelle centrali erano per l'esterno busta, ma ho deciso di eliminarle, scrivendo il destinatario a mano).
Se vi state chiedendo cosa ho scritto nelle etichette, ecco qui:
L'ultima etichetta in basso è facoltativa: viene aggiunta solo per gli invitati che si vogliono anche al ricevimento. Ho anche calcolato uno spazio di quest'etichetta da lasciare senza scritte in cui avrei fatto il taglio per inserire la linguetta di chiusura. La scritta R.S.V.P. (Répondez S'il Vous Plait- Si prega di rispondere) è molto utile per sapere effettivamente quante persone avrete al ricevimento.
Mi sono poi assicurata che tutto "funzionasse" stampando dei prototipi e ritagliandoli e piegandoli come se fossero i biglietti veri, tenendo conto della differenza di spessore con il cartoncino dei modelli definitivi che influisce sulle pieghe e dunque sul taglio per la linguetta.
 Finalmente ho ricalcato la forma sui veri cartoncini (per i quali ho scelto il color burro), li ho ritagliati e ci ho incollato sopra della carta di riso rosa: solo per l'interno, in modo che l'esterno rimanesse color burro. La carta di riso è SPETTACOLARE perché è leggerissima, si attacca bene senza aggiungere spessore e crea una decorazione semi trasparente che si "fonde" col supporto.
Sopra la carta di riso ho incollato le etichette, ho piegato il cartoncino aiutandomi con delle squadrette.

Infine mi sono segnata il punti in cui la linguetta doveva rientrare per chiudere il biglietto e ho inciso una fessura col fedelissimo Cutter : suggerisco di fare il taglio solo all'ultimo per evitare imprecisioni nelle misure e avere un tagli netto.

Ed ecco il risultato:
Vi piace?
Ovviamente non consiglio questa soluzione a chi ha 300 invitati, se non è sicuro di avere anche, almeno 10 buone amiche che possono aiutare nei preparativi!
Noi saremo meno di 50 e raggruppando tutti gli invitati in nuclei familiari ne ho dovuti costruire circa una ventina (in 2 giorni ce la si fa).
Anche i costi sono stati contenuti:
-3 fogli 70x100cm di cartoncino Bristol color panna a 0,76€ l'uno = 2,28€
-3 fogli di carta di riso rosa a 1,60€ l'uno = 4,8€
-Colla stick circa 2€ (un tubetto iniziato l'avevo già in casa, ma ne ho dovuto comprare altra)
-Fogli e inchiostro da stampante(già a in casa).

Alla prossima con le bomboniere!


18 commenti:

  1. Ooooooh, che meraviglia!!!!! *____*
    Che bellissima idea!!!! :) Sia per quanto riguarda la scelta cromatica che per la carta di riso!!Poi biglietto e busta in un'unica soluzione è fantastico!!!
    E poi, che dire, ho letto che la tua dolce metà è un cuore granata. Gaudio e tripudio!! :D :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh eh... In realtà ho tutta la famiglia granata, ma, visto che sono una piccola dittatrice, tutti sanno che è vietato parlare di calcio in mia presenza! Ma comunque avrei chiesto anche a Mr. Fedo per i colori, così ci siamo venuti in contro

      Elimina
  2. ffFATTO!...sei più brava di Muciaccia in art attack!
    Sono davvero belle, delicate nei colori e molto primaverili...Attendo con ansia il tutorial bomboniere!
    Soooooorrisiiiiiiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetto che mi chiamino per i provini di art attack! Per le bomboniere ho una soluzione un po' più semplice perchè comunque ho sempre paura di far pasticci con la colla e la carta...

      Elimina
  3. si può iniziare per tempo e farle anche per 300 invitati! l'idea è carinissima *-*
    e ti son venute proprio bbbbene. ma senti ti eri fatta i conti su quanto ti sarebbero costati già fatti??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà no, se avessimo voluto avremmo potuto farle fare nello stesso posto in cui ho preso la carta, ma volevo qualcosa di un po' originale: sono fatta così, non mi adatto alle cose che hanno tutti ; )

      Elimina
  4. Posso dirlo? ;-P

    Io ne ho ricevuta una e sono venute benissimo! Molto delicate e raffinate. Tra l'altro adoro i fiori di magnolia e trovo che siano adattissimi ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti sia piaciuta! Tra l'altro ... Ehm... L'indirizzo che ho segnato non è del tutto corretto e l'ho scoperto dopo averle mandate a tutti : (
      Ti darò ragguagli appena possibile...

      Elimina
  5. Che belle! Mi piace molto la scelta dei colori, la trovo elegantissima, e anche la forma del biglietto integrato con la busta. Non vedo l'ora di sapere come hai fatto le bomboniere, io nel frattempo mi appunto tutto che non si sa mai... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulla scelta dei colori volevo essere abbastanza neutra pur usando il rosa che è tipicamente femminile, sono contenta che sembrino eleganti, grazie!

      Elimina
  6. Per quanto mi riguarda se ricevessi una partecipazione fatta a mano potrebbe valere anche come bomboniera! Davvero carina sia l'idea che la realizzazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Allora quasi quasi mi metto a fare partecipazioni per vivere, magari diventa un business ... No, scherzi a parte: ci ho messo 2 giorni per scegliere come fare le scritte, e non è neanche sta genialità di grafica, ma amo fare Art Attack come dicevo prima..

      Elimina
  7. Sono davvero belle, trovo che le partecipazioni fatte a mano emanino un calore particolare.
    Mi piace molto l'idea che la busta e biglietto siano un unico corpo.
    Brava.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio! Sì, anch'io penso che esprimino qualcosa di più di quelle stampate in serie :)

      Elimina
  8. Che lavoro! Però sono inviti esattamente come li vuoi tu, personali, ed economici :D
    Ehm, all'assorbente avevo pensato subito...

    RispondiElimina
  9. Che belle etichette! dove le hai trovate? grazie
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Le ho fatte io e le ho stampate :-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...