martedì 19 marzo 2013

Team Building


source
Qua in Engliterra, in un posto serio come quello in cui lavora Mr. Fedo, accade talvolta che il ci sia una sezione di Team Building a cui è praticamente obbigatorio (e moralmente consigliato) partecipare. Il primo appuntamento a cui avrebbe partecipato anche il nostro Mr. Fedo è stato Venerdì scorso.
E allora accade che
tale Mr. Fedo inizi a sbuffare da Lunedì, elencando ogni volta tutta una serie di motivi per cui non gli va di perdere mezz'ora della sua giornata lavorativa per fare "Team Building". Che poi neppure sa esattamente "cosa" dovrà fare, ma ci vanno praticamente tutti e non può tirarsi indietro... e allora sbuffa.

Io, che intanto ascolto e non favello, inizio ad immaginarmi test attitudinali, atroci prove per misurare il QI,  imbarazzati "giochini" per capire chi è il più bravo dell'ufficio. Perché a me, 'sto "Team Building" non suona come una cosa troppo bella... e allora sbuffo anch'io (per solidarietà)

La suocera, neppure lei sa cos'è 'sto "Team Building", ma se ne fa anche lei un'idea del tutto particolare e dice "Ma dai, così socializzi un po'! Ma gli altri portano la moglie? Non puoi portare anche Clyo?"  Ma anche no! Mica è un party, penso io con in mente ancora i test di selezione per entrare alla NASA e l'ansia di chi manco sa parlare inglese.

Poi arriva il fatidico Venerdì.
Mr.Fedo mi telefona attorno alle 5:30 di pomeriggio, dicendo che sta arrivando a casa e di venirlo a prendere in stazione... che è sudato.
Alle 5:30??? Così presto? Di solito sono fortunata se arriva alle 7:00...
E poi... è sudato??? Ma allora, poverino, davvero gli hanno fatto fare dei test assurdi e si è stressato un sacco!
"...eh, mi hanno fatto saltare seduto sulla palla... sai quelle da palestra, grosse..."
Come scusa?
"...eh, era una gara. Altri team hanno fatto la corsa coi sacchi.."
Cosa??
"...sì, poi c'era un gioco che mi sono rifiutato di fare, perché mi faceva schifo: dovevi tirare su le M&M  sa un piatto con una cannuccia e portarle in un altro piatto.."
Ehm.. Ma questo sarebbe "Team Building"? Niente test, niente formule matematiche, niente quiz...?
"Oh, sì, c'era un quiz sul cinema... la mia squadra ha vinto grazie a me, e io grazie a tutti i film che mi hai fatto vedere."
Ah, beh... wow... dire che pensavo lavorassi in un posto "serio".

Ma almeno è venerdì, sono le 6:00 e sei già a casa... quando fanno la prossima sezione di Team Building?





26 commenti:

  1. Ho sempre pensato che questo team-building fosse una roba in stile Fantozzi, e mi sa che non mi sbagliavo! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dico solo che i giudici erano i team leader.

      Elimina
  2. ahahah gli inglesi sono troppo avanti! XD
    Quando è toccata al mio moroso la sessione di team building qua in Italia, s'è ritrovato a fare imbarazzanti giochini di ruolo in presenza di una psicologa che prendeva appunti.
    Moooolto meglio la corsa coi sacchi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio... Proprio quello che temevo gli avrebbero fatto fare!

      Elimina
  3. Lo voglio fare anche ioooo.. fighissimo il gioco con le M&M.. potrei diventarne campionessa olimpica! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lui si è rifiutato perché a forza di inspirare e espirare dalla cannuccia usciva la saliva di tutti :-P

      Elimina
  4. EH? XDDD Anch'io voglio un lavoro in cui mi fanno saltare con la palla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah.. Io non sarei neppure entusiasta di questa versione di Team building perché non sono troppo atletica e ho sempre odiato l'ora di educazione fisica...

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quoto Nega, altroché team building XD
      Magari, però, tra un M&M e una gara di film magari diventano tutti amiconi e lavorano meglio XD

      Elimina
    2. Ma noooo: volevo rispondere a Nega e le ho cancellato il messaggio!!! Comunque anche a me, come ha detto Nega, è venuto in mente giochi senza frontiere e mi sono immaginata Mr.Fedo in tutina azzurro Italia XD

      Elimina
    3. Ah, comunque i suoi colleghi li conosce già e ci va d'accordo... Gli altri saranno quelle persone che vedi una volta nella vita e poi mai più, per cui tanto amiconi non diventeranno...

      Elimina
    4. In ogni caso credo che siano delle attività divertenti da fare (specie di venerdì pomeriggio al posto del lavoro d'ufficio) ;-P

      PS: Se passi dal mio blog trovi un premio per te ^^

      Elimina
    5. La prossima volta vado a prenderlo a Londra e ci facciamo un giro quando esce!

      Grazie del premio ;-)

      Elimina
  6. Ahahah avevo sentito parlare di questo genere di cose, pare che lo facciano anche in alcune grandi aziende in Italia... così sì che ci si sente molto più uniti e si lavora meglio, certo. C'è da dire che è probabilmente meglio che passare la giornata a lavorare, e ogni tanto staccare fa bene (e poi si torna a casa prima!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il guaio è che sono vicini ad una consegna e perdere un pomeriggio in questo modo li costringerà a lavorare di più i giorni successivi. Poi lui preferisce di gran lunga programmare che fare queste cose... Strano ma vero!

      Elimina
  7. Il team building é molto piu di quello che vi hanno fatto fare!!! Purtroppo in italia tutti organizzano 'team building', anche quelli che non sanno cos'é e come si gestisce...
    Leggere i vostri commenti mi deprime da una parte e mi esalta dall'altra: come avrete capito sono un organizzatore di team building aziendali da 10 anni e credo di poter dire che facciamo cose molto diverse da quelle descritte qui! Probabilmente costiamo di piu di quattro animatori da villaggio che vi trattano come scemi ma credo ne valga la pena!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniele, spero ti sarai accorto del tono scherzoso di questo post e del blog in generale. Non è mia intenzione minimizzare il lavoro di nessuno, ho solamente raccontato l'esperienza che ha vissuto mio marito. Come ho detto: non so esattamente cosa sia il team building e come venga gestito in Italia, noi viviamo in UK, mio marito lavora per una azienda di Londra e questo è ciò che gli hanno fatto fare. Ci tengo anche a dire che non è stato trattato come uno scemo in alcun modo: credo che si possa accettare di fare questo genere di cose senza sentirsi offeso o maltrattato. Ovviamente farle non è dipeso da lui e il suo malumore era anche dovuto al fatto che in questi giorni ha una consegna imminente e avrebbe preferito sfruttare il suo tempo per finire più in fretta il suo lavoro. Tutto qui.

      Ti auguro una buona giornata è buon lavoro!

      Elimina
  8. Passo anche io da qui! ^_^
    Intanto grazie per i complimenti e per l'interesse, poi volevo rinnovarti i complimenti per i lavori ad acquerello! ç_ç
    Ho visto anche alcuni di quelli che hai qui e mi piace tantissimo l'immediatezza con la quale arrivano e la loro semplicità!
    Io sto imparando a dipingere solo adesso, nel senso che sto reinventando il mio approccio alla pittura e al disegno e piano piano sto scoprendo questa 'semplicità' così essenziale per dipingere!

    Un saluto e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!!!
      Che bello sentire queste parole e capire che ti stai applicando con molto entusiasmo! Sia per arrivare all'essenziale, sia per riempire di particolari un disegno è necessario osservare tanto e provare e riprovare senza mai stancarsi ;-)

      Elimina
  9. Mi sono sempre stati antipatici questi giochetti pseudo sociali per aumentare la produzione sul lavoro, mica devo trovare i miei nuovi migliori amici in ufficio, basta che non disturbo e faccio quello che serve con disponibilità (ma non troppo). Ah, questo capitalismo! ;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh... che s'ha da fa' per campa'!

      Elimina
  10. Se non è troppo personale... Ma che lavoro d'ufficio fa tuo marito?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Developer = sviluppatore di codice IOs e altre cose che, sinceramente, non ti saprei spiegare :-)

      Elimina
    2. Non ricordo neanche come, ma stamattina sono arrivata per caso sul tuo blog... Mi sono messa a leggere gran parte di esso, in particolar modo della tua avventura in quel di Londra! Dev'esser stato difficile ripartire da zero, ma mi piace come sai ridere su situazioni che sicuramente creano abbastanza stress! :)
      Vorrei chiederti un'altra curiosità, sempre se posso... Ma come ha fatto trovare lavoro lì?
      Faccio parte di quella "categoria" a cui piacerebbe provare di vivere a Londra e il tuo blog mi sta aiutando a capire molte "difficoltà" a cui bisogna andare incontro.

      Elimina
    3. Mi fa piacere se ci sei capitata per caso e ti ha interessato ;-)
      Non te lo nascondo: e' stato difficile e lo è tuttora, nonostante sul blog cerco di scrivere le cose in chiave positiva. Io non ho ancora "finito" di ricominciare da capo.
      Per mr. Fedo è stato un po' diverso perché lui era già stato all'estero (U.S.A.) per diversi anni a studiare e per questo sa molto bene la lingua e non si è trovato completamente disorientato come me. Lui ha cercato delle posizioni all'estero tramite Linkedin, perché cercare lavoro a Milano o Roma avrebbe comportato comunque uno spostamento da Torino e allora tanto vale cercare anche all'estero. Alcuni recruiter l'hanno contattato e gli hanno fatto fare dei colloqui per delle aziende via Skype e alla fine anche in loco. E alla fine l'hanno preso :-) Però, il modo di trovare un impiego, dipende molto dal settore, non per tutti i mestieri va bene linkedin.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...