martedì 1 maggio 2012

Eccoli, i Miei.

Li chiamo "i Miei" come a dire: i miei tesori, le mie gioie, i miei orgogli... I miei...
Fiori preferiti: Iris.
Preferiti perché sono stupendi, coloratissimi, tanti, eleganti: numerosi pittori, tra i quali Van Gogh, ne hanno ritratto la bellezza, è uno dei fiori maggiormente usati nei
decori Art Nouveau dato il colore "decadente" e la particolare "linea a frusta" dei fiori.
Ma soprattutto mi piacciono perché sono fortissimi.
Sono fiori resistenti, che amano il sole, ma sopportano gli inverni rigidi e i gradi sotto zero gli fanno un baffo: loro ad Aprile-Maggio fioriscono comunque, puntuali come sempre e io come sempre li aspetto. Aspetto il primo sole caldo e la loro fioritura, il periodo dell'anno in cui il mio giardino è più bello.
 E poi crescono ovunque, basta "lanciare" qualche rizoma a terra, senza neppure scavare dei buchi, e loro più tenaci che mai si attaccheranno al terreno affonderanno le radici e si moltiplicheranno da soli, in completa autonomia troveranno i nutrimenti di cui hanno bisogno... Io non li ho mai bagnati ne concimati: a loro basta il sole.
Come si fa a non amarli?
Esistono esemplari di tantissimi colori, (Iris, la dea greca messaggera degli dei, è personificata dell'arcobaleno) io ambisco ad averli tutti, ed ho i miei metodi per ottenerli: l'ultimo esemplare bianco screziato di fuxia l'ho recuperato dall'aiuola di una bocciofila, sotto la supervisione di uno stormo di vecchietti curiosi che sono immancabili ovunque ci siano "lavori in corso". Preso un rizoma l'ho scambiato con uno dei miei viola-Bordeaux.
Penso che ripeterò l'operazione presso un benzinaio da cui ho adocchiato degli esemplari giallo-bianchi. Ovviamente per qualsiasi scambio chiedo sempre il permesso ai legittimi proprietari: in fondo ci guadagnano anche loro.
 Non profumano tanto, questo no, per lo meno non è dai fiori che si estrae il profumo,  ma leggo dal mio "librone delle Erbe" (Scoprire e riconoscere le erbe- Fratelli Fabbri Editori, 1977) che dal rizoma essiccato e sminuzzato si estrae una polvere dalla fragranza rinfrescante e simile al profumo di viola, usato in cosmetica per polveri aspersorie (talchi), ciprie e dentifricio. In passato, sempre il rizoma, veniva dato ai bambini in fase di dentizione come " masticatoio".
 Si può raccogliere ad Agosto da piante di almeno 3 anni e si può far essiccare al sole una volta pulito e tagliato a dischetti per poi conservarlo in recipienti di vetro o porcellana.
Penso di aver scritto abbastanza, l'idea all'origine era pubblicare qualche foto, ma poi tra i commenti dello scorso post era apparsa la domanda di Nega che mi chiedeva che fiori fossero quelli della foto e questo ha risvegliato tutto il mio interesse nell'approfondire l'argomento e fare anche qualche schizzo en plain air: Mai fare domande di cui potreste pentirvi!
...ovviamente si scherza! Spero comunque, se non lo conoscevate, di avervi un po' incuriosito.

22 commenti:

  1. Stupendi.. anche a me piacciono molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh eh, immaginavo ti piacessero: anche tu hai delle belle piantine ;)

      Elimina
  2. Accidenti, sono meravigliosi!! Una gioia per gli occhi!!! :D :D :D
    Io mi sono letta il tuo post tutto d'un fiato, sono proprio felice di averti chiesto :D
    E anche i disegni sono stupendi!! Peccato non avere un giardino, se no li seminerei anche io!!! :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai un vaso un po' capiente puoi provare: i rizomi non vanno piantati molto in fondo, appena appena coperti da un po' di terra. Vedo in città che molti li hanno sui balconi. Sono comunque felice di aver approfondito ;)

      Elimina
    2. Ieri sono andata da mia suocera e cosa ti vedo in giardino?? Degli iris!! :D
      Ti ho fatto una foto, ma non so a quale mail mandartela :)
      Tra l'altro...qui ce ne sono a volontà. Magari potrei prenderti qualche rizoma che ti interessa!

      Elimina
    3. Ok, contegno... sto già sbavando!
      tra l'altro oggi ne ho visti nella mia vecchia scuola di bianchi e rosa che non ho ancora!
      se vuoi mandarmi una mail:
      addictivecolors(at)gmail.com
      Contrattiamo per uno scambio? ...sto ancora sbavando!

      Elimina
  3. Splendidi e splendide foto! Anche a me piacerebbe molto averne ma con il mio balcone da appartamento di bulbacee devo accontentarmi dei narcisi che son più piccoli, anche se comunque fanno tantissimo ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono quelli mini se hai poco spazio: li ho visti ad inizio primavera però, adesso non so se li vendono ancora. Se invece vuoi quelli grossi te li passo io.

      Elimina
  4. Sono bellissimi! Li conoscevo solo per nome, ma dopo aver visto le tue foto capisco come mai ti appassionino tanto. In questo momento vorrei avere un giardino per piantarne un mare di tutti i colori, mi piacciono tantissimo in particolare quelli viola-bordeaux.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. All'elenco mancano quelli gialli, quelli bianchi-fuxia e i neri (che in realtà sono viola scurissimo). Mi sento davvero fortunata ad avere lo spazio per metterli in terra, ma come ho detto alle altre: puoi provare a piantarne qualcuno in vaso... tanto per cominciare ;)

      Elimina
  5. bellissimi!....devo dire che su questo tema scatta un pizzico di invidia da parte mia. Da sempre negata nella cura delle piante, senza pollice verde, assolutamente incapace di dosare la giusta quantità di acqua da dare alle piante...ne metto o troppa o troppo poca...eppure i fiori sono l'essenza dell'allegria per me...con i loro colori e profumi riescono a regalarti un estasiato sorriso...INVIDIA punto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda: fossero orchidee (difficilissime da coltivare) capirei, ma a questi non gli ho mai dato un goccio d'acqua, sono completamente autonomi...provare per credere! ;)

      Elimina
    2. proverò e se dovessero sopravvivere ti sarò per sempre grata!
      Sorrisi

      Elimina
    3. ...e se non sopravvivono... mi vieni a cercare a casa...? :O

      Elimina
  6. Da qualche anno me la cavo con i bonsai e le piante grasse, ma di fiori proprio non se ne parla! Forse perchè il mio balcone è rivolto a ovest, e prende il sole da mezzogiorno al tramonto, i fiori non sopravvivono. Peccato, sono bellissimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, coi bonsai non ci ho mai provato.
      Gli iris amano il sole anche tutto il giorno, altri fiori resistenti che potresti provare sono le portulache (che in effetti sono simili alle piante grasse), ma anche il tagete (che però è stagionale) o i geranei: ci sono tantissimi fiori che sopportano il sole, prova dai!

      Elimina
  7. Che belli!! Io proprio non ho il pollice verde :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma questi si coltivano da soli, davvero!

      Elimina
  8. bellissimo poat cara Clyo
    sai che fino a qualche anno fa non mi piacevano tanto, non so per quale ragione... sono così belli! Ma mi sono rifatta ed ho cercato per il mio bosco-giardino l'antico Iris pallida, proprio quello usato in profumria per l suo rizoma profumato! In Piemonte abbiamo uno dei più bravi ibridatori, Augusto Bianco !
    www.biancoiride.it/
    bellissimo giardino, complimenti! ( ho visto anche le damigiane occhieggiare tra le lunghe foglie)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simonetta!
      Sapevo che mi avresti dato consigli preziosi, infatti non conoscevo Augusto Bianco, ora vado a curiosare sul sito ;D

      Elimina
  9. Dovresti venire a Firenze in questo periodo!
    Al Piazzale Michelangelo abbiamo un giardino dedicato agli Iris, ed è aperto al pubblico solo in questo periodo dell'anno dopo che hanno effettuato la premiazione annuale dell'iris più bello. Ci sono colori da perdere la testa, un vero spettacolo della natura.
    Nico - Fi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello! Se non sbaglio il giaggiolo ( iris come lo chiamate voi toscani) è nello stemma della città? O era il giglio fiorentino?
      Comunque potessi verrei di corsa a dare un'occhiata!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...