venerdì 13 luglio 2012

Tavolino

 Travolta da un nuovo impulso di "Art Attack" ho deciso finalmente che era giunta l'ora di attuare qualche cambiamento al mio Tavolino Puffettoso.
 Prima di tutto perché questo blu elettrico proprio non si abbina ad un contesto "natural", e poi perché assolutamente NON SI INTONA con la nostra attrezzatura da campeggio, la quale è costituita da colori che formano una "palette" praticamente perfetta (giuro che l'effetto di abbinare tenda verde, bacinella per bucato arancio e piatti giallo lime è stato del tutto casuale... però funziona!)
Questo blu elettrico che ci azzecca???... tevvibile!
Insomma...era mio dovere trovare una soluzione.

Così mi sono "armata" di:
-vernice nera (quella usata anche per le sedie Ikea)
-2 fogli di carta verde acido sottile(si usa apposta per le decorazioni, la trovate nei negozi di bricollage)
-vernice cristallizzante (quella che si usa per le finiture di decoupage...sempre nei negozi di bricollage)
-Pennelli, colla vinilica e OVVIAMENTE il cutter! (queste son cose che dovrebbero avere tutti)
Ho iniziato con 2 mani di vernice nera... aspettando circa 6 ore l'una dall'altra (comunque si controlla sempre che la prima mano sia completamente asciutta prima di passare la seconda).
E intanto che aspettavo si asciugasse la vernice mi sono messa ha tagliare i due fogli di carta in tante piccole striscioline regolari (0,5cm di larghezza).
 Poi le ho incollate in modo casuale, ma omogeneo, sul tavolino con la colla vinilica e quando si sono completamente asciugate ho passato 2 mani di vernice cristallizzante. Lo sanno anche i bambini che colla vinilica e vernice  hanno un aspetto biancastro che poi diventa trasparente appena asciutte... però è sempre meglio puntualizzare: Don't panic!
Ecco il mio nuovo tavolino in perfetta armonia con "verdura" e "attrezzatura".
Molto meglio, no?

21 commenti:

  1. Mooolto meglio! Quel maledetto tavolino blu ce l'ha mezzo mondo. Campi sterminati di tavolini blu da pic nik. Che osceni! Hai fatto un ottimo lavoro ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma più che altro mi da fastidio che non rispettino un contesto mettendo dei colori che non c'entrano nulla tipo il blu elettrico appunto!

      Elimina
  2. Risposte
    1. vero vero... si nasconde fra l'erba ;)

      Elimina
  3. Noooooo vabbé, ma sei incredibilmente brava!...questo tavolino è molto COOL fatto così. Le tue puntate di art attack sono interessantissime e ricche di idee grandiose. Faccio un giro per casa cercando qualcosa di non intonato...sorrisi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al bando gli accostamenti stonati!!! Mi sento molto come quelli di "Ma come ti vesti"... come sono snob :P

      Elimina
  4. Mi piace che tutti i tuoi oggetti siano personalizzati e unici, poi così il tavolo è molto più bello, altro che anonimo blu da picnic che hanno tutti.
    E da questo art attack potrei anche prendere spunto, mentre le cose che riguardano il disegno sono proprio fuori dalla mia portata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa tecnica è proprio per tutti, ma l'importante è l'effetto finale! E poi nei campeggi rubano di tutto... personalizzando si evita un po' il rischio ;P

      Elimina
  5. Fighissimo, mi piace un sacco! xD
    ..e in effetti è davvero molto mimetico.. non perderlo nell'erba! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' piuttosto basso però cercherò di tenerlo d'occhio: magari gli metto un guinzaglio ;)

      Elimina
  6. così è bellissimo (a eoni di distanza da prima del tuo intervento), ma devo dire che studiare su un tavolo così per me sarebbe praticamente impossibile, troppo distraente! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti prima volevo farlo giallo, ma Fedo giustamente mi ha fatto notare che magari mi avrebbe "irritato" un po' troppo. In realtà per ora su questo tavolino ci disegno e i fogli e l'attrezzatura sono abbastanza grossi da coprirlo quasi del tutto.

      Elimina
  7. Che dire, è bellissimo! Hai reso speciale un banale tavolino da campeggio. Col bordo come hai fatto? Scotch di carta per mascherare o hai dipinto senza sbordare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ciccola! E' consigliabile lo scotch di carta (anzi FATELO!)... ma io non lo uso mai perché non ho la pazienza di metterlo ;P

      Elimina
  8. Ogni volta che sarete al quel tavolino rimarrete "flashati". D'altronde ha il design anni Settanta, è giusto rifarsi a tempi più allucinati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensavo più anni '90... comunque sì: è uno stile un po' vecchiotto.
      Vi faremo sapere quanto è psichedelico appena ci mangeremo sopra :)

      Elimina
  9. Adesso nessuno può vantare un tavolino come il tuo, hai trasformato un oggeto di massa in un pezzo unico: grande! Tra l'altro il risultato è decisamente rimarchevole ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia cara, il termine rimarchevole mi aggrada moltissimo, la ringrazio!

      Elimina
  10. Quindi adesso il tavolino è mimetico e lo perderete in qualche prato? ;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no! Ne approfitto per lanciare un appello: non abbandonate esseri a 4 zampe quando siete in vacanza: tavolini o ALTRI Animali...

      Elimina
    2. Siete però invitati ad abbandonare in autostrada esseri umani fastidiosi, per godervi delle vacanze lontani da ogni contatto poco interessante

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...