giovedì 19 gennaio 2012

Moti convettivi

Dopo l'ennesima esplosione del latte finto, quello che per etichetta (piccola etica) viene denominato Latte di Riso sono giunta ad una conclusione.
Il latte finto non crea moto convettivi, a differenza di quello vero (di mucca) che al limite quando bolle straborda dalla pentola, il latte finto, come dicevo, mantiene il suo volume costante fino a che inaspettatamente...esplode!
Il latte finto è immobile, si limita a scoppiare randomincamente e approssimativamente una volta su 5, a seguito di determinate circostanze:
se il fuoco del fornello troppo alto;
se l'individuo che sta preparando la colazione è particolarmente assonnato;
se l'individuo è pericolosamente vicino al fornello;
se la quarta domenica del mese, con luna crescente avete dimenticato che il supermercato faceva apertura straordinaria e siete rimasti senza scorte alimentari e quello è l'ultimo  latte che resta in casa, a discapito di quello vero (di cui purtroppo sono anche intollerante).
Ci solleviamo dall'incarico di trovare altre causali ad un fenomeno che in sostanza è incomprensibile tanto quanto il Triangolo delle Bermuda.

10 commenti:

  1. L'ho sempre detto che il latte va bevuto in quanto tale, gli altri surrogati sono da lasciare al supermercato XD

    RispondiElimina
  2. Mi piace un sacco il latte...ne bevo un sacco (quando c'è)...ma poi sto maaaaleeee!

    RispondiElimina
  3. Non sapevo che il latte finto fosse così infame da esplodere senza avvertire! Lo terrò a mente se mai lo usassi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se è capitato ad altri, io ho provato anche con diversi pentolini: a volte non succede nulla, altre il pentolino salta (anche di 2cm) sul fornello e il latte finto non bolle mai. Devo continuamente controllare con un cucchiaino quando è caldo abbastanza.

      Elimina
  4. Che non bolle mai è capitato anche a me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E l'esplosione?
      Quella fa paura eh!

      Elimina
  5. WTF? A parte il latte-fake che esplode, secondo me il latte è più buono freddo (si, anche d'inverno)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo pienamente! Infatti, quando decido di star male, inizio con un bicchiere dal frigo, poi un altro, poi un altro, poi pausa, poi un'altro e poi il litro è finito.

      Elimina
  6. Per fortuna non ho mai scaldato surrogati per cui niente esplosioni. Non sapevo nemmeno che potesse succedere O_O Starò attenta in caso.
    Peraltro ho provato il latte di soia, ma di riso mai (e dire che mi ispira di più).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello di soia se non sbaglio è ancora più dolce di quello di riso, all'inizio è dura poi le papille gustative si adattano. Il cerco di prenderlo con cose amare come il caffè o per dolcificare il thè troppo forte, ma puro è meglio quello di mucca.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...