mercoledì 19 dicembre 2012

Cip Cip!

Gli uccellini in questo periodo hanno molto freddo e arruffano le penne tanto da diventare quasi delle...palline!
Avevo anticipato con il post delle "Pigne dorate" che stavo sperimentando altre cosine da fare con questa tecnica: ecco finalmente svelato il mistero!
(Dopo il salto: il tutorial)

Devo essere onesta: non è stato molto facile. Non è stato un dramma, mi sono comunque divertita, però ho dovuto pensare molto bene come attaccare i pezzi e spesso ho dovuto rifare più volte le cose, per cui ho deciso di schematizzare i passaggi con qualche disegno che spero sia esplicativo.

Il primo uccellino che ho fatto, quello rosa, l'ho "composto"come prova, ancora prima di fare le pigne, giusto per sperimentare un metodo da applicare poi ad altro.
Il procedimento per iniziare ad attaccare i pezzetti di carta è stato l'opposto di quello per le pigne: sono partita dall'equatore (la circonferenza della sfera) e ho sovrapposto le piume man mano, formando il petto bianco dell'uccellino. Questo metodo consente di applicare la carta appiattendo i pezzi l'uno sull'altro.
Ho poi proseguito attaccando le piume rosa: dal becco al dorso, ho infilato i pezzi uno sotto l'altro, come per le pigne, lasciando così le punte esterne staccate e più voluminose.
Il gufetto invece l'ho fatto dopo essermi impratichita con le pigne, ma stranamente ho avuto più difficoltà di prima: probabilmente perché la carta era più rigida e riuscivo a manipolarla meno.
 Dopo vari tentativi, in cui staccavo e riattaccavo i pezzi, ho deciso di lasciare uno spazio vuoto in corrispondenza della faccia (occhi e petto bianchi) e sono partita applicando a cerchio le piume rosse. Sempre con il metodo "pigna": ho infilato gli altri pezzi sotto il primo cerchio e ho coperto tutto il dorso.
Negli spazi vuoti ho infine applicato due pezzi tagliati a circolo per gli occhi e infilato sotto altri pezzetti bianchi per il petto.
Per gli occhietti, in entrambi i casi, ho usato degli spilli con la capocchia a pallina di circa 3mm di diametro.
Avrei voluto sperimentare ancora altre composizioni, sicuramente ci riproverò con altre varianti, ma in sostanza, esistono 2 modi per applicare i pezzi di carta:
1)Da un circolo esterno "equatore" sovrapponete i pezzi fino a raggiungere il "polo" ottenendo un'aderenza totale e piatta dei pezzi.
2)Dal "polo" infilate man mano i pezzi uno sotto l'altro fino a ricoprire tutto, ottenendo più rilievo sulle punte non incollate.

...Ora avrei voglia di farne altri mille!

14 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie! Io un po' lo odio perché mi ha fatto sudare...

      Elimina
  2. Ma sono meravigliosi!
    Non so come trovi il tempo per tutte queste tue creazioni ma sei davvero bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! Di solito faccio tutto nel week end, oppure di sera/ notte... Insomma il tempo non è mai abbastanza ma mi arrangio...

      Elimina
  3. bellissimeeeeeeee! e che dire delle immagini illustrative realizzate per rendere comprensibile il processo anche a schiappe come me?!...fantastica Clyo! = )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Figurati I disegni sono proprio schizzati malissimo, è una delle ultime cose che ho fatto prima di partire, però se sono comprensibili mi fa piacere! Dai prova!

      Elimina
  4. Carini!!!
    Ieri ho fatto una cosa "alla Clyo": ho riciclato un cartone del bar e ho creato un cestino natalizio, niente di straordinario ma è venuto bene! Tra l'altro mi sono tenuta da parte il cartone della pizza surgelata, siccome non mangio cereali...potrebbe servirmi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah... Una cosa "alla Clyo" XD per chi mi conosce è un po' come dire una cosa stramba! Si si, secondo me anche coi cartoni della pizza puoi fare qualcosa di bello, le pieghe ci sono già ;-)

      PS: non è che poi pensate che io sia un mostro che conserva ogni cosa e accumula roba ovunque, vero?

      Elimina
  5. Devo cercare di dedicare più tempo alla lettura dei blog, perché ogni volta che passo ho un sacco di arretrati da recuperare. Stavo per perdermi questi uccellini meravigliosi, mi fanno un sacco di tenerezza con le piumette arruffate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non preoccuparti: fra i post programmati e quelli che ho scritto di Londra in questi giorni ho pubblicato a raffica! Il problema è che stanno succedendo troppe cose in una volta e... Non posso parlare con nessuno, per cui scrivo! In ogni caso i post non hanno scadenza, soi possono leggere con tutta calma quando si ha tempo

      Elimina
  6. Davvero adorabili e pacioccosi *w*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh eh... Sono tondi, sarà quello che da pacioccosità!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...