venerdì 21 dicembre 2012

La camera

Ecco che sono arrivata all'ultima stanza!
Nella camera da letto erano stati ammucchiati dei mobili smontati e purtroppo irrecuperabili.
Quando sono riuscita a liberarmene la stanza si presentava più o meno così:
Le pareti qui erano bianche, tranne una grigia.
(Dopo il salto: la stanza come è adesso)

Anche qui ho scelto di uniformare tutto con un azzurro polvere che ricordasse un po' quello del cucinino e si accordasse con le altre stanze.
Ho ritoccato un po' digitalmente la foto qui sopra perché purtroppo l'immagine era scura e non rendeva molto bene il colore: è stata comunque un'impresa fare queste foto e cercare di rendere fedelmente i toni che ho scelto. Sorry!
Ho cercato di creare lo stesso contrasto giallo/azzurro della cucina, qui fra le pareti e la fascia decorativa di piastrelle gialle sul pavimento.
Manco a dirlo: neppure qui i battiscopa sono stati "rispettati" con la precedente imbiancatura e la sporcizia scorrazzava beata sul pavimento.... E' stato un lavoraccio pulire tutto e ci sarebbe ancora da passare un po' di detersivo per togliere l'alone biancastro, ma purtroppo non ho avuto tempo.
Onestamente non ero molto convinta di questo colore, all'inizio mi sembrava troppo grigio... ma alla prima pennellata mi sono ricreduta: mi piace e molto! Sembra proprio di avere "Il cielo in una stanza".
Consigli Utili:
L'ennesimo consiglio che posso dare qui è... a proposito di quanto va diluito il colore(?)
Ok, io non ho riferimenti assoluti su questo, dato che sugli angoli talvolta lo do un po' più spesso per evitare di passare 2 volte. Però ho inventato questa metafora culinaria: Il colore solitamente, così com'è nel barattolo, ha la consistenza di uno yogurt greco (e anche di più), io lo trasformo in panna da cucina leggermente addensata. Ne prendo sempre una quantità ridotta nella vaschetta, aggiungo l'acqua man mano e giro con un pennello come se dovessi sbattere la maionese. Finché vedo l'acqua nei bordi della vaschetta che fa "sciff sciaff" (termine professionale) vuol dire che il colore non l'ha ancora agglomerata a sé, per cui continuo a girare e cerco sempre di alzare il colore dal fondo della vaschetta in su.
Una volta davo il colore molto più denso, ma ho visto che con due passate si copre lo stesso e si usa meno prodotto, e poi è anche più facile da stendere se è più liquido.

12 commenti:

  1. Un altro capolavoro.. xD

    La tua spiegazione è carinissima.. xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Sì beh... Non sapevo come altro spiegarmi se no!

      Elimina
  2. Ottimo lavoro! I battiscopa martoriati sono un must nelle case in affitto, la gente se frega assolutamente >__<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace perché sono anche più belli di quelli a casa mia... Non c'è più rispetto!

      Elimina
  3. Termine professionale XDDD
    Grazie ancora tantissimo di tutte le dritte!

    Hai fatto come sempre un ottimo lavoro, ma non sono convinta al 100% dal colore. Un colore freddo è sicuramente più adatto in camera rispetto che in salotto, ma dipende anche quanto e come si sta in camera nella giornata. Dovessi anche lavorarci o svolgerci attività oltre a dormire preferirei un colore caldo. Come compromesso sto pensando di fare quella della nuova casa verde menta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, spero di essere utile!
      Ma secondo me il verde menta è più freddo che questo azzurro qui. Anch'io all'inizio avevo paura che fosse troppo freddo, ma invece no, è solo molto riposante. Però per una camera- studio il verde è ok... Lo dice la cromoterapia! ;-D

      Elimina
  4. Un altro errore, io non ho mai diluito il colore.
    Se esco viva da queste feste (in cui lavoro il doppio) prometto che questa primavera mi metto di impegno e provo a rifare il trucco a casa mia. Sappi che ti chiederò una consulenza privata! (Via mail o telefono, che qui mi vergogno a far sapere quanto sono schiappa! ^^)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma figurati! Chiedi quello che vuoi! Questa è praticamente la terza casa che tinteggio, ma anch'io le prime volte ho fatto degli errori! Poi ci sono colori più o meno densi, quando ho fatto la cucina di casa mia il colore era di marmo praticamente solido e ho dovuto per forza aggiungere litri e litri di acqua... Non so ancora adesso perché!

      Povera... Tieni duro con il lavoro!

      Elimina
  5. Wow, hai fatto un lavoro incredibile con quella casa, sembra nuova!
    Mi tengo buoni i tuoi consigli per il futuro, possono sempre essere utili, e considerato il risultato tendo a pensare che i tuoi siano particolarmente affidabili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah! Grazie per la fiducia... Credo ci saranno presto dei post simili ( ancora!)

      Elimina
  6. Davvero un bel risultato, la stanza è davvero luminosa e accogliente ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Mi sono innamorata di questo azzurro!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...