martedì 27 dicembre 2011

Tutorial Disegno_03( Scomposizione in piani)

La scorsa settimana avevo semplificato i volumi in ovali, cioè avevo dato una bella scartavetrata e smussando ogni forma. Oggi passo la pialla!
E' possibile scomporre un soggetto attraverso piani? Sì, credo sia un ottimo esercizio per analizzare in
modo minuzioso i volumi e la maniera in cui la luce incide sulle superfici a seconda della posizione in cui è. Non è comunque un procedimento facile, perché la mente tende a sintetizzare le forme organiche con figure tondeggianti e non attraverso piani.

Qui analizzo i piani in cui posso
scomporre la figura, aiutandomi anche dagli angoli che questi piani creano in relazione fra loro. Per agevolare il procedimento però, a parte iniziare col disegnare scatole, sedie o tavoli, si può partire "sgrossando" un po' le figure con piani molto ampi che schematizzano a grandi tratti i volumi.Successivamente si potrà andare più nel dettaglio, scomponendo i volumi in piani sempre più piccoli e di conseguenza con diversi orientamenti spaziali.

Qui inizio con l'abbozzare quello che può essere una "scatola a forma di piede", poi man mano vado a suddividere la forma con più sfaccettature, fino ad avere dei volumi più definiti grazie anche alla luce che incide più o meno sui piani.
La luce della composizione potrà favorire questo procedimento mentre si analizzano le diverse sfumature di colore tra le parti in luce e quelle in ombra come campioni cromatici coi quali suddividere i piani. Ma questo è meglio vederlo nel prossimo tutorial.
Queste sono 2 opere di Picasso che amo moltissimo, entrambe rappresentano una capra scomposta in piani e linee geometriche sia in versione "2D" che in "3D".


Un giorno ne avrò una copia in giardino.
Intanto qui ci sono i link ai primi 2 tutorial:
Tutorial disegno 01
Tutorial disegno 02

4 commenti:

  1. Come al solito interessantissimo tutorial ^^
    Il fatto di scomporre le figure tramite piani credo che sia un colpo d'occhio che si acquisisce con un po' di pratica o con tanti esercizi di geometria. Oppure studiando un po' di fisica: per semplificare le specifiche del problema si finisce per ridurre sempre tutto a oggetti di cui è facile calcolare il comportamento ;-P
    Scherzi a parte, in ogni caso l'approccio di partire un'abbozzo per cui scomporre in parti sempre più raffinate è sempre un buon modus operandi, non solo per il disegno ^^

    RispondiElimina
  2. Grazie Acalia!
    Me ne sto accorgendo man mano che scrivo questi tutorial: in realtà possono essere applicati ad altre materie e avere tantissime diramazioni, io per ovvi motivi cerco di essere sintetica perchè alla fine ciò che conta qui e far pratica. Io stessa con questo esercizio a volte mi trovo un po' in difficoltà.

    RispondiElimina
  3. Che idea utile!
    E anche se non mi piace molto il Picasso cubista la capra è fantastica!!

    RispondiElimina
  4. A me piace tanto: è dolcissima!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...