venerdì 24 agosto 2012

Eucalipto

La Foresta di Coti-Chiavari, nel sud della Corsica sotto Ajaccio, è formata da un impressionante numero di piante di Eucalipto, oltre che pante tipiche della macchia mediterranea, ulivo e sughero.
Leggo sulla mia guida verde Michelin, che questi alberi sono originari dell'Australia, ma vennero importati sull'isola per bonificare le acque impure. Le radici di questi alberi giganteschi arrivano in profondità nelle falde acquifere purificandole; in più la loro essenza tiene lontano gli insetti molesti come le zanzare. Questo l'abbiamo sperimentato personalmente posizionando la tenda sul bordo di un rigagnolo con acqua stagnante (luogo ideale per la proliferazione di zanzare), ma sotto la protezione di un Eucalipto!
La cosa però che più mi affascina di questi alberi è la corteccia: essa si "strappa" letteralmente sul fusto in fase di crescita restando appesa ai rami più alti come uno straccio vecchio, lo strato sottostante, liscio e chiarissimo, diventerà poi col tempo la nuova corteccia.
 I frutti (si trovano secchi ai piedi della pianta) sono anch'essi curiosi: sembrano dei bottoni-campanellini solcati nella parte inferiore da un foro a forma di stella a 5, 4 o 3 punte.
Un gioco carino, se proprio non si sa che fare e il tempo non è dei migliori, è quello di raccogliere questi frutti, metterli in un un sacchetto e pescare a turno per vedere chi ha il numero più alto di "punte di stelle" (mi diverto con poco, lo so).

19 commenti:

  1. Che bello... anche io mi diverto con poco! ;)

    RispondiElimina
  2. Dovresti illustrare qualche sussidiario di scuola, cogli dei particolari che rimarrebbero impressi ai bambini molto più che leggendo solo i testi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Io alle medie avevo un'antologia con degli acquerelli bellissimi (in rete non si trova nulla dell'autore) ancora adesso ce l'ho nella libreria e ogni tanto me la sfoglio. ;D

      Elimina
  3. A me piacciono da matti i frutti, ogni tanto me ne porto qualcuno a casa!
    Non sapevo che bonificassero le acque, un altro motivo per apprezzarli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh eh... anch'io me li sono portati a casa ;D

      Elimina
  4. Bello..:-)Cavoletti..non sapevo che l'Eucalipto ha così tante belle proprietà!!Toccherà trovare un posto sufficientemente grande per metter su casa e piantarci un albero così!Mia zia ne ha uno...io mi divertivo un mondo a sradicare la corteccia..ma è durissima...rimane ben salda..(ecco..parallelismo..corteccia pelle morta dell'albero...pelle morta dell'abbronzatura..lo so..sono patologica...).Il gioco è carino..semplice ma bello:-)Condivido quanto detto da Automaticjoy, dovresti illustrare un libro per bambini..ma anche per adulti...adulti sognatori,magari,che coi tuoi disegni riescono a sognare ancor di più..:-) Gli acquerelli son difficili...sei proprio brava:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bel parallelismo quello del cambio-pelle, anche se noi abbiamo visto un eucalipto che sembrava si togliesse le braghe per come aveva la corteccia XD
      In realtà già illustro opere per bambini e adulti sognatori (soprattutto) ma non con questo stile "dal vero" perché anche se all'inizio ne sono soddisfatta a lungo andare mi piacciono di più i disegni di fantasia.
      Comunque grazie, i vostri complimenti mi fanno sempre tanto piacere perché nel valutarmi sono sempre un po' pessimista.

      Elimina
    2. ma è bellissimo!!Allora devo assolutamente trovare una delle tue opere:-)Io adoro gli acquerelli..i disegni in genere..quelli di fantasia ancora di più!:-)Perchè evocano immagini ed è un pò come entrare nella fantasia del suo autore/autrice..PS: cavolicchi..un eucalipto che si cala le braghe mi manca!E' una di quelle attrazioni da non perdere!:-)

      Elimina
    3. Guarda, per adesso quel che c'è è qui:
      http://www.addictivecolors.com/
      C'è ancora poco ma spero presto di aggiungere nuovi progettie a proposito... devo darmi da fare! :)

      Elimina
    4. Bello!!Ho visto e aggiunto ai preferiti..l'iphone di Swif fa i capricci...forse sta passando lentamente a miglior vita...però vediamo di scaricare l'app:-)Mi son aggiunta all'altro blog..così mi tengo aggiornata sui tuoi spendidi lavori..e vado a vedere la rana..

      Elimina
    5. ah..no..era quella bellssima che avevo trovato anche qui..ehehehehehe:-)

      Elimina
    6. Molte delle cose che trovi su questo blog sono anche su quello (per forza le faccio sempre io), ma spero di aggiornarlo presto con progetti nuovi, purtroppo avrei un casino di cose da scrivere anche qui ma non riesco a trovare il tempo di fare tutto... ma come si fa? :/

      Elimina
  5. Anche qui ce ne sono tanti, importati e trapiantati da non so dove. Hanno un profumo meraviglioso e una corteccia spettacolare, anche se pare che assorbano un po' troppa acqua (ho letto che durante il Ventennio sono stati trapiantati nell'Agro Pontino per contribuire alla bonifica dei terreni paludosi).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente anche quelli provengono dall'Australia. A quanto pare tutti conoscevano le piante di eucalipto tranne me! Capitemi: in Piemonte non ci sono :D

      Elimina
  6. oltre a puzzare la vita è anche talvolta incomprensibile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti mica si sa che odore abbia ;D

      Elimina
  7. Devo piantarmi un euclipto in cortile! Se respinge le zanzare è una pianta da tenere presente (tanto ormai ci ho messo di tutto in quel cortile, prima o poi non usciranno più con le macchine) ;-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono alberi enormi, non so se ci starebbero in cortile.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...