venerdì 17 febbraio 2012

Il giorno in cui mio padre assassinò la barba.

Ieri pomeriggio ore 17,30 circa.
Il sig. X si avvia nel bagno annunciando: "vado ad accorciarmi la barba".
Sappiamo che il giorno prima si era recato da parrucchiere maschile per taglio capelli da tempo rimandato causa neve, aveva discusso di calcio per circa un quarto d'ora e, a servizio completato, si era apprestato a pagare la cifra di euro 16,00 ed era tornato a casa.
Sappiamo inoltre che il ridimensionamento del cespo mascellare avviene preferibilmente per decespugliatore casalingo, dopo il suddetto trattamento capillare presso bottega.
Pertanto deduciamo che: il soggetto in questione, tale sig. X, pochi minuti dopo essere entrato in bagno abbia volontariamente maneggiato l'arma, (una BestCutter del '99 con interruttore non originale, sostituito in seguito a guasto in data da verificare. n.d.r.), nell'intento di fare un lavoro "pulito".
L'inaspettato sconcerto è avvenuto quando, attirati da irose grida, siamo accorsi nel luogo del delitto.
Il sig. X ha subito spiegato, ancora in preda alla disperazione: "Ho sbagliato! Ho sbagliato! Non ho messo il regolatore!" E in effetti sul volto c'erano chiari segni di deturpamento involontario del pelo appena sotto l'angolo labiale destro, ridotto irrimediabilmente a cm: 0,1: lo sventurato sig. X, nell'apprestarsi ad utilizzare la malaugurata  "macchinetta" aveva scordato di posizionare il dispositivo di sicurezza che ne delimita il taglio a cm tot, in base alla lunghezza desiderata.
Ora il sig. X sfoggia un "diplomatico" quanto indesiderato pizzetto, rassicurato del lavoro dalla figlia, la quale, consultando calendari lunari, spera intimamente che la barba paterna ricresca in fretta, ricordando ancora quando, a 4 anni, vide il padre sbarbato e... ne rimase shockata.

10 commenti:

  1. Ahahah noo, povera barba e soprattutto povero sig. X! Anche il mio porta da sempre la barba e le due volte che per sfizio se l'è tagliata quasi non lo riconoscevo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna è riuscito a tenere il pizzo, però...senza il barbone non è il mio papà :(

      Elimina
  2. Ah ah ah, poverino XD Una volta successe anche a mio padre, solo che mia madre gli stava tagliando i capelli con la famigerata macchinetta. O meglio aveva finito e voleva fare un ritocchino ma si è scordata di aver già tolto il regolatore. Morale della favola mio padre ha girato per un mese con un buco nella capigliatura (meno male che eravamo al mare) e da quella volta va sempre a farsi fare i capelli dal parrucchiere ^^

    Anche mio padre ha la barba, se la dovette tagliare una volta quando ero piccolissima ma poi se la fece ricrescere perchè se no assomiglia troppo a suo fratello (è quasi irriconoscibile) XD

    RispondiElimina
  3. Coi capelli sarebbe stato peggio, almeno siam riusciti ad aggiustare la cosa in modo poco evidente: ormai sono la parrucchiera-salvabarba di casa, peccato che nessuno li sappia tagliare a me i capelli!

    Anche mio padre assomiglia a mio zio, li scambiano spesso per gemelli anche se non lo sono.

    RispondiElimina
  4. A me gli uomini piacciono barbuti, c'è poco da fare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MAh... per me dipende dalla faccia: che chi sta meglio senza e chi con. Mio padre senza proprio non sta bene!

      Elimina
  5. Io non ho mai visto mio padre senza barba e quando se la taglia troppo corta è uno shock. Anche lui sta meglio con, ha il mento piccolo.

    RispondiElimina
  6. Ti capisco perfettamente, anch'io (e nemmeno mia madre) da quando sono nata non ho mai visto mio padre senza barba.
    Soltanto una volta la tagliò più corta del seolito e noi figlie gli proibimmo categoricamente di rifarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solitamente, per fortuna, io non ho bisogno di impedirglielo: sa anche lui che non sta bene senza.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...