giovedì 9 febbraio 2012

Per gli uccellini

Leggo dal blog L'Orto di Michelle l'appello di Lipu e Empa a disporre mangiatoie per gli uccellini durante questi giorni di freddo.
Detto fatto: co copiato l'idea della mangiatoia arancia dal blog, in cui viene anche indicata una ricetta per fare la Palla di Babbalù : un concentrato di energie per i piccoli volatili (solo se fa molto freddo e nevica...se no diventano obesi e non volano più). L'Empa raccomanda anche di non esagerare con le porzioni di cibo, altrimenti gli uccellini prenderanno l'eccesso per nasconderlo e non metterlo a disposizione di altri.
Io ho messo qualche seme di girasole che solitamente pianto verso marzo  nei vasi per poi raccogliere "i frutti" ad agosto. Sinceramente non so se qui in città verrà qualche ospite sul mio balcone in cerca di cibo, dato che trovano con più facilità rifiuti commestibili nei cassonetti, ma pochi giorni fa ho visto una cincia che saltellava sulla ringhiera coperta di neve, perciò chissà..
Se non altro ho dato al mio citisus secco (devo buttarlo ma aspetto che faccia un po' più caldo) un po' di colore... quasi quasi faccio altre forme con le bucce d'arancia e lo addobbo a dovere.
Se riesco a salire in campagna (dove sabato, per la cronaca c'era quasi un metro di neve) metto altri semini e qualche noce (le gazze sono ghiotte di noci).

PS: Ciccola mi ha mandato il link a QUESTO articolo dove si dice che è meglio evitare briciole di pane e prodotti da forno, grazie per la segnalazione!

22 commenti:

  1. Che brava! Lo voglio fare anch'io, ma non ci posso mettere qualcosa di pronto (ad esempio mangime per uccelli?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso proprio di sì, se ce l'hai già. Io avevo solo semi di girasole, anche se per ogni specie ci sono dei cibi preferiti che si possono trovare fra i nostri avanzi.
      CINCIALLEGRE: arachidi non salate;
      PICCHI: carne cruda;
      PASSERI e MERLI: briciole di dolci e piccole granaglie;
      MERLI e PETTIROSSI: croste di formaggio tagliate a piccoli cubetti;
      TORDI, STORNI e PETTIROSSI: frutta fresca;
      FRINGUELLI e CAPINERE: semi di girasole, fiocchi di cereali, dolci sminuzzati.

      Io eviterei, se metti la mangiatoia in un cortile o giardino, di mettere carne e formaggio, perché potrebbe attirare ratti.

      Elimina
    2. Grazie per i consigli. Il problema principale è piazzare il tutto in modo che non sia a portata di gatto!

      Elimina
    3. mmm...questo è un problema... i gatti arrivano ovunque. potresti farlo pendere dal balcone al piano di sotto, ma se hai vicini non so se gradirebbero, inoltre non potresti osservali e se invece sei al pian terreno sarebbe comunque inutile. Magari attaccarlo ad una parete del balcone abbastanza in alto... Ma poi che diavolo ci fanno i gatti fuori con sto freddo??? ;P

      Elimina
    4. Con questo freddo sul balcone non ci va, ma se vede degli uccellini è più forte di lui: deve corrergli dietro!
      Comunque ho risolto: ho piazzato una vaschettina in un punto strategico molto alto. Adesso bisogna vedere se qualcuno viene a farmi visita :)

      Elimina
    5. Speriamo... da me ancora nessun avvistamento.

      Elimina
    6. Ho trovato questo articolo che mi sembra utile, siccome io non sapevo che bisogna evitare le briciole di pane:

      http://www.modenatoday.it/cronaca/gelo-uccelli-come-aiutarli.html

      Elimina
    7. Utilissimo! Neanch'io lo sapevo. Lo aggiungo al post!

      Elimina
  2. Bella idea! Proverò anch'io. Sul mio balcone vengono spesso uccelli di ogni tipo. L'altro giorno mi ha fatto visita una bella gazza. Però ci sono anche tante cornacchie prepotenti, spero non facciano le ingorde e lascino qualcosa anche per gli altri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche le cornacchie amano molto le noci e sono molto intelligenti.

      Elimina
    2. sì, hanno un bel caratterino, ma sono anche molto simpatiche ed è molto divertente osservarle! Metterò qualche noce in più anche per loro...

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. OPS... mi sa che ti ho cancellato il commento!
      Sono una pasticciona, comunque sono felice che ti piaccia quest'idea!

      Elimina
  4. Anche io metto fuori un pò di roba per gli uccellini ;-)

    RispondiElimina
  5. Ottima idea! Io ho messo in cortile anche una casetta per i passerotti (per ora ancora disabitata) ma temo che distribuire cibo in città finisca solo per attirare tutti i piccioni del quartiere. Contando anche che nelle città il cibo non scarseggia mai (per dire la gente continua a scuotere le tovaglie dai balconi) ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti è proprio quello il rischio: purtroppo in città sono arrivati anche volatili che prima vivevano solo in campagna proprio attirati dal cibo. Però dipende anche da dove posizioni la mangiatoia: sul mio balcone non vengono quasi mai i piccioni, sull'altro della cucina invece sì...va a sapere perché! Bella la casetta per i passerotti: probabile vengano in primavera, le cincallegre da me nidificano nei buchi più inaspettati.

      Elimina
  6. Io ho messo un semplice vassoietto di cartone sul balconcino che dà verso il boschetto, e le briciole che creo durante pranzi e cene finiscono li sopra. Dalla pulizia di codesto vassoietto, direi che gli uccellini in zona apprezzano (a parte il riso che per sbaglio ho mischiato con lo zucchero, quello mi sembra che lo snobbino).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui in città ancora nulla. Sei fortunato a stare in un luogo con vicino un boschetto e di sicuro è più utile mettere il mangime lì. Fammi sapere se avvisti qualche specie strana.

      Elimina
    2. quindi non siamo i soli! Anche gli uccellini mettendo da parte hanno istanze capitaliste jejeje

      Elimina
    3. La dura legge della sopravvivenza...solo che loro non rivendono quello che accumulano. Ti cancello i commenti uguali, non so se era per ribadire il concetto, ma l'hai pubblicato 5 volte ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...